illustrazione di André Letria - www.wandanow.com

illustrazione di André Letria – andreletria.pt

Solitamente con l’arrivo della bella stagione i teatri chiudono e si svuotano.
Solitamente prendono vita le piazze, le strade, gli spazi “anomali” che vengono puntualmente abitati anche da persone che il teatro non lo frequenta. È in quest’ondata di primavera che arrivano degli appuntamenti interessanti e ne ho selezionati alcuni solo per voi, care Cosebellers.

www.prospettivadanza.wordpress.it

www.prospettivadanza.wordpress.it

DOVE: Padova
COSA: PROSPETTIVA DANZA TEATRO
QUANDO: dal 28 APRILE fino al 23 MAGGIO
Diretta da Laura Pulin, nella sua diciasettesima edizione, la rassegna prende il sottotitolo de La musica del gesto: gesto/musica e musica/gesto, un binomio indispensabile che permette di osservare un’opera di carattere coreografico, un balletto o una creazione artistica. Tre sono le compagnie di respiro nazionale: Abbondanza/Bertoni, Il Balletto di Roma e Arteballetto e poi molte altre a seguire. Padova subisce l’invasione di corpi danzanti e non solo al Teatro Verdi, ma numerosi saranno i luoghi che gli ospiteranno come: “L’Agorà” del Centro Culturale San Gaetano, L’orto botanico, Il piccolo teatro.

www.trasparenzemodena.wordpress.com

www.trasparenzemodena.wordpress.com

DOVE: Modena
COSA: FESTIVAL TRASPARENZE
QUANDO: dal 7 al 10 MAGGIO
Arrivato alla sua quarta edizione, ideato e progettato da TEATRO DEI VENTI – un vivace e attivo gruppo di giovani teatranti – il programma del Festival è ricco di incontri, spettacoli e laboratori (teatro urbano, fotografia, video, konsulta) diversi i luoghi che accoglieranno tutte le attività, che permetteranno anche di conoscere realtà differenti e una in particolare, quella del Carcere. Infatti il primo spettacolo che darà il via al Festival si terrà alle ore. 18.30 alla casa circondariale di Modena con OSCAR DE SUMMAStasera sono in vena.

www.echidnacultura.it

www.echidnacultura.it

DOVE: ASOLO E UN PO’ TUTTA LA PROVINCIA DI TREVISO
COSA: CENTORIZZONTI
QUANDO: in realtà la rassegna è già iniziata (a febbraio) ma continua fino al 27 GIUGNO
CENTORIZZONTI quest’anno ha un sottotitolo molto bello: MONDI DI VISTA e serve per ricordarci di guardare sempre oltre e di più rispetto a quello che siamo abituati. Una programmazione ricca di incontri, di spettacoli che permettono di scoprire un territorio insolito che è quello dei colli trevigiani, dei borghi, le montagne, i percorsi fluviali, un teatro accolto nell’urbanistica di una provincia rigogliosa di verde e bellezze archietettoniche. Ve la segnalo anche se mancano pochi mesi alla chiusura perchè con la bella stagione la voglia e la possibilità di spingersi “un pò oltre” diventa quasi una necessità. Ideata e progettata dall’Associazione Echidna Cultura (che ha il suo polo operativo nella Riviera del Brenta) ormai è da anni che si prodiga per portare un’offerta culturale sempre di alto livello e “fuori dal mucchio”. Altre sono le rassegne curate da questa attiva realtà: PaesaggioConUmoni, F.I.L.I, SpeinaSogna.

www.dacrudancecompany.com

www.dacrudancecompany.com

DOVE: TORINO TEATRO NUOVO
COSA: SAKURA BLUES
QUANDO: L’8-9 MAGGIO
SAKURA BLUES non è una rassegna, né il nome di un gruppo musicale. È il nuovo lavoro di questa particolare compagnia che si chiama DACRUDANCECOMPANY , grafica accattivante, cura del dettaglio, credo che potrebbe piacervi se siete nei paraggi di Torino. Sakura Blues è il terzo ed ultimo spettacolo di una trilogia che nasce come tributo innamorato alla cultura giapponese. Un innamoramento artistico dell’incantato mondo del cinema e dell’animazione che con Kurosawa e Miyazaki entrano negli occhi e nei sensi di chi li guarda. Estrema avanguardia tra i mood metropolitani e le tradizioni.
Con un linguaggio artistico innovativo e singolare, pensato e vissuto come un anime, la nuova produzione dei DaCru è un viaggio innamorato, dolente, ironico e liquido nell’anima segreta delle donne, profumate e lievi come fiocchi di neve. Non lasciatevi però ingannare dai nomi, non è giapponese la compagnia. Infatti il progetto DaCru nasce nel 1996 dall’unione artistica dei due danzatori e coreografi più rappresentativi del panorama della danza urbana italiana, Marisa Ragazzo e Omid Ighan.

Preso nota? Buona PrimaVeraTeatrale!