Lo strofinare virtuoso delle pigre.

Per essere belle ci vuole pazienza e costanza e chiaramente, il più delle volte, mancano sia l’una che l’altra virtù. Tocca quindi arrangiarsi come si può, oppure pagare un esercito di professionisti della figosità che ci lavorano ben bene dalle prime ore del mattino e ci assistono nella giornata, un daimon estetista se amassimo tutte il fantasy.

La triste verità è che non solo i daimon non esistono, ma qualora esistessero non verrebbero certo a farci la ceretta.

Dopo esserci riprese da questa mesta constatazione, urge tornare al lavoro per avere, se non il trucco perfetto, almeno una bella pelle pulita e idratata. Una volta a settimana, lo direbbe anche il daimon visagista, regalatevi un bello scrub; le ricette fai da te sono mille e più di mille, ma questa volta vogliamo rivolgerci alle pigre, a coloro che credono nel potere dei prodotti anticellulite (!?!) e alla supremazia del preconfezionato, alle frane del naturale.

Per il viso il consiglio è quello di uno scrub leggero e Bottega Verde ha un prodotto jolly, spessissimo in offerta (da 18 e 99 a soli 4 euro): basta applicare, massaggiare, lasciare agire come una maschera per il viso e tutte le impurità vanno via lasciando respirare la pelle.

Per il corpo il top del top ha marchio Collistar: sali marini per il talasso scrub termoattivo, con oli essenziali per quel tocco di vita in più e la pelle assume tutto un altro aspetto. Il costo è elevato (circa 32 euro se siamo accorte nell’acquisto), ma il bidoncino è durevole, regala risultati e buonumore, una sensazione divertente di calore e zero impiastricciamenti.

Lasciatevi tentare dalla pigrizia ogni tanto: il pigro di oggi è un virtuoso domani.