Il profumo che non ti aspetti.

Scriveva Patrick Süskind: ”Il profumo ha una forza di persuasione più convincente delle parole, dell’apparenza, del sentimento e della volontà. Non si può rifiutare la forza di persuasione del profumo, essa penetra in noi come l’aria che respiriamo penetra nei nostri polmoni, ci riempie, ci domina totalmente, non c’è modo di opporvisi.”

Ultimamente la forza di persuasione s’è un po’ fatta abbindolare dalla pubblicità e la scelta avviene tra i soliti noti, le solite marche. C’è una lotta all’ultimo sangue per i testimonial e la gara è tutta fra esperti di marketing e creativi. E il profumo passa in secondo piano.

Ma se provassimo ad uscire dai soliti schemi e sperimentare le alternative? Se provassimo a tornare al significato ancestrale del profumo, lasciando agli altri il business? Ecco due suggerimenti per cominciare.

Il primo, appena uscito, è l’eau de toilette White Musk Libertine di The Body Shop che appartiene alla linea omonima che comprende un eau de parfum, un fluido corpo e uno spray profumato corpo.

Il secondo, una novità dello scorso inverno ancora un best seller de l’Erbolario, è l’acqua di profumo Dolcelisir, anche questo legato ad una linea di prodotti corpo dalla stessa profumazione.

Entrambi molto femminili, avvolgenti, dolci, ma naturali, preparati con tutti i principi della cosmetica più sana e ecologica. White musk è caldo, Dolcelisir più fresco, ma entrambi lasciano una scia favolosa, anche sulle calde sciarpe invernali nelle serate più fredde.

Eau de toilette White Musk Libertine, 30 ml, 15 euro.

Acqua di profumo Dolcelisir, 50 ml, 14 euro.