Anche se Sanremo è finito sabato scorso noi non non ce lo siamo mica dimenticato. Mentre il resto del mondo sembra averlo già messo nello scatolone come si fa con l’albero di Natale il 6 di gennaio, noi siamo ancora lì, mentalmente in Riviera.
Siamo lì ma a dirla tutta non è rimasto molto di questa edizione, a parte qualche vocaleggio di Kekko dei Modà e la bocca impastata di Crozza. Ha ragione Boncompagni, dov’erano i ritornelli? Dov’erano le canzoni d’amore? Dov’erano le serenate? Dove andremo a finire?
Siccome noi a Sanremo gli vogliamo bene, abbiamo pensato di fare qualche foto ricordo, ma senza Instagram. Bastano le canzoni, questa volta, e in 63 edizioni di canzoni ce ne sono quante volete. Se iniziate a dare un’occhiata a tutti quelli che hanno performato su quel palco non finite più, sopresi da duetti improbabili, nomi di artisti sconosciuti e molto ridicoli, commenti del tipo “ah ma pure questi sono stati a Sanremo?“, oppure “questa canzone ha vinto? E chi l’ha mai sentita?“, poi inizia tutto il filone del memorabilia “ah sì, mi ricordo avevo 4-5-6-12-20 anni“, “oddio come si conciavano“, “oddio come mi conciavo“. Ecco, è questo, più o meno, l’intento di questa mini compila sanremese. Ci sarebbe stato spazio per altre decine di canzoni, ma 12 è un bel numero, l’ho deciso ora e poi così posso scrivere dozzina, che mi piace sempre come parola.
Cliccate play sull’immagine sopra e sgolatevi.

DalidaCiao amore ciao – Sanremo 1967 (non finalista ma a noi checcefrega)
NadaMa che freddo fa – Sanremo 1969
Lucio BattistiUn’avventura – Sanremo 1969 (che annata, eh?)
Anna OxaUn’emozione da poco – Sanremo 1978 (conciata come una punk londinese)
AlicePer Elisa – Sanremo 1981
Matia BazarVacanze romane- Sanremo 1983
Eros RamazzottiUna storia importante – Sanremo 1985
Massimo RanieriPerdere l’amore – Sanremo 1988
Amedeo Minghi e MiettaVattene amore – Sanremo 1990
Laura PausiniLa solitudine – Sanremo 1993
Paola e ChiaraAmici come prima – 1997
PlaceboSpecial K – Sanremo 2001 (fuori quota ma chi spacca la chitarra a Sanremo davanti ai parrucconi vince)