Via San Vittore è una nuova zona del FuoriSalone, ma potrebbe diventare un distretto creativo dedicato al design… e non solo. Numerose e differenti le proposte previste qui per l’edizione 2013 della Milano Design Week, dal design di auto-produzione al design internazionale fino al food design: in quest’area che si accorceranno le distanze, creando una rete tra Spazio Rossana Orlandi, Tom Dixon at MOST, Corsi Design Factory+Enzo Mari e DO UT DESign.

anteprimedaldesigndistrict2013_Cosebelle_00

Do Ut DESign, locandina evento

Lo spazio San Vittore 49  ospita DO UT DESign  (Do ut des: dal latino «io do affinché tu dia» – «scambio, in maniera ben definita»)Il principio cardine di questo grande evento ruoterà intorno al concetto di sostenibilità: i temi trattati attraverso il lavoro e la produzione dei designers coinvolti, infatti, vanno dal risparmio energetico, alla biodiversità, dalla funzionalità al saper fare, riversati nell’artigianato e nell’auto-produzione. DO UT DESign sarà un evento sostenibile in toto, in linea con i principi alla base dell’attività di Cartaelatte-events and food design e La Cordata, scelto per mantenere una più democratica accessibilità, in termini economici, agli spazi espositivi, dando così possibilità di esporre anche ai designers più giovani, selezionati attraverso una call.

La Cordata insieme a Cartaelatte, riscopriranno questa magnifica location, mettendo in mostra e in pratica il design di auto-produzione con oltre 20 designers e collettivi, ovvero: Make Peole Do, Leftover/studio427, Studio Lievito, ReRurban, TP LIght, Tecnificio, Produzione Impropria,  Happening Lab, Francesca Meana, Marco Cavuoto, NextMaterials, Typuglia, Spazio08, Giardino Blu, Il DoppioSegno, Simple Be, Fabian Von Spreckelsen, Andro Design, Moles Design, Momang, Zabar, Modus Vivendi, La Bottega di Sibilla, Visibilio Design Project, Projecto Em Aberto, Smartled, Andrea Fantinato, Upupa Colibri.

San Vittore 49 è stato ideato come un grande spazio di fruizione, articolato in tre aree: show building, show food & area market, in cui i visitatori potranno fermarsi per osservare i designer durante le diverse fasi di realizzazione del prodotto,  apprezzando le esperienze del crafting, partecipando attivamente alle lavorazioni, conoscendo i designer e le antiche arti attraverso laboratori e workshop. Sarà uno spazio pop, dedicato ai nuovi artisti, all’ handmade, alla sperimentazione della materia e ai processi di lavorazione in via d’estinzione; uno spazio di creatività interattiva tra tecniche craft e strumenti innovativi. Il design e l’auto-produzione saranno declinati e raccontati attraverso tante realtà interessanti, che presenteranno i loro prodotti ed oggetti, ma soprattutto condivideranno le tecniche di realizzazione e saperi.

STUDIO 427

anteprimedaldesigndistrict2013_Cosebelle_02

Do Ut Design, Coach: for kids and their families

Studio 427 nasce a Palermo nel 2010 come primo spazio di co-working nell’isola, per opera del designer svizzero A. von Escher, residente in Sicilia da anni. Nel 2011 prende vita il progetto di design autoprodotto LEFTOVER con il quale partecipa alla Biennale di Architettura 2012. Studio 427 porta avanti un’idea di falegnameria itinerante con annessi laboratori di Riciclo, Serigrafia e Cucina e si fa promotore di un’idea polivalente di Interior e Social Design. Nel Corridoio della Cordata viene presentato il progetto COACH: for kids and their families. Pezzi unici, in legno, in ordine apparentemente sparso formano una selva urbana di arredi fuori scala, in realtà ideati su misura per i bambini e le loro famiglie.

MoMAng

anteprimedaldesigndistrict2013_Cosebelle_03

Do Ut Design, prototipo Q-cina

MoMAng è un collettivo di architetti e designer accomunati dalla passione per il design; si occupa di ricerca dei materiali, sviluppo di progetti, realizzazione di prototipi e divagazioni varie. Q-cina è il progetto che qui verrà presentato: una cucina mobile su ruote progettata per lo street-food e per eventi. Il design si ispira ai chioschi ambulanti per la preparazione del cibo di strada e rilegge in chiave contemporanea le funzioni tipiche del cucinare all’aperto. Anche su Facebook.

STUDIO LIEVITO

anteprimedaldesigndistrict2013_Cosebelle_04

Do Ut Design, TYPE, carattere tipografico da cucina

Lo studio Lievito, fondato a Firenze nel 2010 da F. Taviani, L. Passalacqua e J. Volpi, si definisce cerniera tra passato e futuro con l’intento di proporre un “recupero della maestria artigiana per riscaldare la tecnica moderna della produzione industriale“. Rifinire a mano la produzione seriale, assemblare in serie pezzi unici per rispondere all’urgenza di un design slow, ma al passo con le logiche del mercato contemporaneo.  TYPE è uno dei  “commensali” del menu à la carte servito da Studio Lievito durante il Fuorisalone: è un “carattere tipografico” da cucina. Ogni trafila che attraversa il marmo sottraendo materia contiene la giusta quantità di spaghetti per una, due, tre o quattro persone.

TECNIFICIO

anteprimedaldesigndistrict2013_Cosebelle_05

Do Ut Design, immagine TECNIFICIO

Tecnificio è un nuovo modo di fare le cose, dove il design incontra pratiche manuali e sperimentazioni digitali. Fondato nel 2011 da Patrizia Bolzan e Marcello Pirovano, Tecnificio si propone come maker facility: una realtà multidisciplinare dove si coltivano progetti auto-prodotti e sperimentali, come piccole serie, allestimenti e identità visive. La sintesi progettuale avviene attraverso macchine per la micro-scala e la fabbricazione additiva, di cui le stampanti 3D open-source e il laser cutter sono i principali strumenti. Questo processo mira a stabilire un dialogo virtuoso e intergenerazionale tra i sempre più numerosi appassionati di nuove tecnologie produttive, coniugando la migliore tradizione artigiana con gli slanci visionari dell’avanguardia maker.

TYPUGLIA

anteprimedaldesigndistrict2013_Cosebelle_06

Do Ut Design, immagine TYPUGLIA

Assaporare le lettere e leggere i sapori: il meglio della produzione alimentare pugliese dialoga con l’arte antica della tipografia grazie a Typuglia. Una linea di prodotti alimentari di qualità (olio extra vergine d’oliva, sughi pronti, paté, pasta, taralli, oli aromatizzati) figli della tradizione culinaria pugliese racchiusi in un packaging esclusivo e riutilizzabile, interamente fatto a mano con materiali riciclabili nella bottega/laboratorio nata da un’intuizione di Leonardo Di Renzo. Typuglia, gourmet design che sazia gli occhi e le papille gustative. Typuglia esalta la manifattura agroalimentare regionale italiana per offrirla ai gourmet designers e agli appassionati del buon gusto; è anche uno spazio dedicato al design degli oggetti contadini come cesti, terrecotte, oliere. TYPUGLIA ha una produzione LIMITATA.

anteprimedaldesigndistrict2013_Cosebelle_08

Do Ut Design, San Vittore Open Road

San Vittore Open Road

Dove&Quando
Metro: M1 Conciliazione | M2 Sant’Ambrogio – Tram: 19 – Bus: 50, 58, 68, 74, 94

Martedi, mercoledi: 11.00 – 21.00
Giovedi, venerdì, sabato: 11.00 – 22.00
Domenica: 11.00 – 20.00

In più:

– Tutti i giorni>> Bar aperto: dalle 11:00 fino a chiusura – Brunch vegetariano: 12.00-14.00 – Tea/coffee/fruit break: 16:30 – 18:30 – Aperitivo: dalle 19:00 fino a chiusura.
– Post-Production>> dalle 11:00 fino a chiusura. Rassegna video a cura di Make People Do Lab.
– Giovedi 11, venerdi 12, sabato 13 & domenica 14>> Farmer market, incontro ravvicinato con il cibo a filiera corta: dalle 11.00 alle 18.00


Segui la Milano Design Week 2013 su Cosebelle Mag:
– SALONE DEL MOBILE 2013Jean Nouvel reinventa l’ufficio e le novità in fiera
– MILANO DESIGN WEEK 2013scopri Milano tra bici e artigianalità
– ANTEPRIME DA VENTURA LAMBRATE 2013come sarà il distretto giovane del Fuorisalone
– fuoriMICROper la prima volta l’editoria indipendente al Fuorisalone
– APPAREIL al Fuorisalone