E come ogni anno abbiamo ricominciato. Sì perché settembre è da sempre il mese del nuovo inizio: ricco di aspettative e buoni propositi, colmo di promesse e voglia di ripartire col piede giusto. Un mese accattivante come pochi che porta con sé ancora le golosità dell’estate – come quelle che abbiamo racchiuso in questa golosa torta salata – e preannuncia le atmosfere di un autunno ormai alle porte.

Risotto con prugne caramellate, robiola e pinoli

Personalmente mi piace sperimentare con i sapori soprattutto quando, rispettando la stagionalità degli ingredienti, abbiamo a disposizione sapori particolarmente dolci da poter accostare ad altri più corposi e forti, unendo ad esempio fruttaformaggio. Ecco i presupposti da cui nasce l’idea di questo risotto: il dolce gusto delle prugne caramellate si sposa benissimo con l’acidulo della robiola e con la croccantezza dei pinoli. Un piatto che si compone di contrasti, che racchiude un po’ d’estate e un pizzico d’autunno…proprio come settembre.

Risotto con prugne caramellate, robiola e pinoli

Ingredienti per 4 persone

4 tazzine da caffè di riso arborio (circa 60 g cadauna)

100 g di formaggio cremoso tipo robiola

40 g di pinoli

4 prugne non troppo mature

20 g di burro + il necessario per mantecare

1 bicchiere di vino bianco

1/2 cipolla bianca

Parmigiano Reggiano q.b.

1,5 l di brodo vegetale (per me fatto in casa)

olio extra vergine di oliva a crudo

sale e pepe q.b.

zucchero di canna q.b.

sciroppo d’acero q.b.

Risotto con prugne caramellate, robiola e pinoli

Inziate preparando le prugne caramellate al forno. Lavate la frutta, asciugatela bene, togliete il nocciolo e poi tagliatele a spicchi. Su una leccarda rivestita di carta forno, disponete ciascuno spicchio con la polpa rivolta verso l’alto, ricoprite di zucchero di canna, un pizzico di sale, irrorate con un giro di sciroppo d’acero e aggiungete qualche fogliolina di menta per aromatizzare. Mettete in forno ventilato per 20 minuti circa a 180°C fino a quando le prugne non si saranno caramellate. Togliete, lasciate raffreddare e tenete da parte.

Preparate il brodo vegetale. Tagliate la cipolla e mettetela a rosolare in un tegame con il burro. Quando si sarà imbiondita aggiungete il riso e fate tostare per qualche attimo, poi versate il vino bianco e lasciate cuocere fino a sfumatura. Non appena il riso avrà assorbito il vino, unite un mestolo alla volta di brodo vegetale e lasciate cuocere, fino a quando non sarà pronto. Girate di tanto in tanto e assicuratevi che il risotto non sia mai troppo asciutto. A cottura ultimata aggiungete la robiola, aggiustate di sale e mantecate con una noce piccolissima di burro. In un padellino tostate velocemente i pinoli. Poi impiattate aggiungendo le prugne caramellate, il parmigiano, i pinoli e il succo delle prugne.

Servite caldo.