© Hanna Putz, Hanna Putz, Untitled (Nave 2), 2012

© Hanna Putz, Untitled (Nave 2), 2012

Susan Bright è la curatrice di Home Truths: Photography, Motherhood and Identity in mostra fino al 5 gennaio 2014 alla Photographers’ Gallery di Londra. L’idea di una ricerca sulla maternità le è venuta quand’era incinta, viveva a New York e notava le migliaia di fotografie di celebrità con pancione su ogni tipo di media, dai free press ai cartelloni pubblicitari alla televisione. Così ha voluto scoprire cosa stava succedendo in fotografia a riguardo in una mostra che parla dell’essere madre come nuova forma d’identità e della sua rappresentazione attraverso la fotografia.

© Elinor Carucci/INSTITUTE, The First Week, 2004

© Elinor Carucci/INSTITUTE, The First Week, 2004

© Hanna Putz, Untitled, (LL1), 2012

© Hanna Putz, Untitled, (LL1), 2012

Maternità è vera e propria trasformazione che avviene nel corpo, ma soprattutto nei pensieri e nella vita di una donna, un momento di cambiamento d’identità che eccede il rapporto col proprio figlio. Non vuole essere una mostra sulla crescita e sui bambini – dice Susan – ma un nuovo modo di pensare e di vedere questa condizione e la sua complessità.

© Ana Casas Broda, Kinderwunsch from the series Playroom, 2010

© Ana Casas Broda, Kinderwunsch from the series Playroom, 2010

© Ana Casas Broda, Playroom IV from the series Playroom, 2010

© Ana Casas Broda, Playroom IV from the series Playroom, 2010

© Elinor Carucci/INSTITUTE, Feeding Emanuelle From a Plastic Bottle after I Stopped Breast-feeding Her, 2005

© Elinor Carucci/INSTITUTE, Feeding Emanuelle From a Plastic Bottle after I Stopped Breast-feeding Her, 2005

© Elina Brotherus, Elina Brotherus Annunication 4, 2010

© Elina Brotherus, Elina Brotherus
Annunication 4, 2010

© Fred Hüning, Untitled (Lake), 2011

© Fred Hüning, Untitled (Lake), 2011

© Janine Antoni, Inhabit, 2009

© Fred Hüning, Untitled (2 photographers), 2008

© Fred Hüning, Untitled (2 photographers), 2008

Nel dizionario il termine “nascita” viene definito “inizio della vita come essere separato dal corpo della madre”, così non stupisce che la maternità porti con sé un senso palpabile di abbandono e perdita, come nelle fotografie in mostra di Janine Antoni, Elina Brotherus, Elinor Carucci, Ana Casas Broda, Fred Hüning, Leigh Ledare, Katie Murray e Hanna Putz.

 

The Photographers’ Gallery – Londra
Dove&Quando: 16-18 Ramillies St., Londra W1F 7LW
Orari: fino al 5 gennaio 2014, dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.00, giovedì fino alle 20.00 e domenica dalle 11.30 alle 18.00. Ingresso libero