woo_ica_00

Di Teller abbiamo già parlato ma non potremmo mai stancarci di farlo: la sua è un’estetica dominante degli anni ’90, un decennio fondamentale per tutte noi Cosebellers, e sicuramente più di una delle sue fotografie ha campeggiato trionfante sui muri delle vostre camerette e tra le pagine delle vostre smemo. Per chi di voi si trovasse a Londra, da oggi fino al 17 marzo 2013 sarà possibile visitare g-r-a-t-u-i-t-a-m-e-n-t-e Juergen Teller: Woo!, mostra organizzata dall’Institute of Contemporary Arts e completamente dedicata ad uno dei pochi artisti capace di notevoli successi sia nel mondo dell’arte che in quello della fotografia commerciale.

woo_ica_09

woo_ica_02

Quello di Juergen è un viaggio iniziato nella scena musicale britannica scattando la cover del singolo Nothing Compares 2 You di Sinéad O’Connor: Teller ha poi attraversato diversi mondi fotografici, dai ritratti di Kate Moss adolescente fino alle campagne realizzate per Marc Jacobs. All’interno della mostra c’è spazio anche per una tra le sue più recenti collaborazioni editoriali: sarà possibile leggere molte tra le tantissime lettere di lamentele ricevute da Die Zeit, quotidiano tedesco per il quale il fotografo ha tenuto per un anno una controversa rubrica settimanale intitolata Picture and Words, che ha creato non pochi scompigli nell’audience conservatrice del giornale.

woo_ica_03

woo_ica_04

Irene Im Wald e Keys to the House sono invece i progetti più recenti e personali: delle vere e proprie finestre che si aprono sull’intimità del mondo di Teller, immagini scattate nella sua città originaria e alla sua famiglia. Il suo è uno stile inconfondibile, la sua firma è l’ironia e l’onestà emotiva che guidano ognuno dei suoi scatti: traspare sempre l’esigenza di raccontare una storia in ogni fotografia scattata, sia che si tratti di una celebrità che della figlia che fa il bagnetto.

woo_ica_08

Tutte le foto pubblicate in questo articolo sono © Juergen Teller