cosebelle_respiro_macrobiotica_01

La via della felicità passa attraverso la salute. Secondo l’ideatore di questa filosofia, Georges Oshawa, la macrobiotica non è una medicina empirica, ma l’applicazione, a tavola e tutti i giorni, dei principi della filosofia orientale.

La dieta macrobiotica è un modello alimentare ideato dal giapponese George Oshawa all’inizio del 1900. Egli elaborò questa dieta ispirandosi allo stile di vita dei monaci zen.
Il termine “macrobiotica” significa letteralmente “tecnica di lunga vita” (dal greco makros = lungo e bios = vita) e pone le sua basi sul mantenimento dell’equilibrio tra le opposte e complementari energie Yin e Yang che governano l’universo e quindi anche la salute degli esseri viventi.
L’interpretazione del cosmo della macrobiotica sostiene la tesi che non esista nulla se non lo Yin e lo Yang: lo Yin è caratterizzato dalla forza centrifuga e produce espansione, silenzio, calma, freddo e oscurità; lo Yang è la forza centripeta, produce contrazione, suono, calore e luce. La salute e, di conseguenza la malattia, sono conseguenze della condotta dell’individuo, che rispetta, o vìola, l’ordine dell’universo. In tale percorso, fondamentale è il ruolo svolto dall’alimentazione.
Tutti gli alimenti utilizzati nella cucina macrobiotica sono classificati in Yin e Yang, in base alla presenza e la combinazione di sali minerali, alle caratteristiche del prodotto, al modo in cui vengono coltivati, trasformati e cotti, ma anche in base a come sono normalmente conditi e conservati. Conoscere gli alimenti secondo questo punto di vista orientale è molto utile per trovare l’equilibrio tra gli stessi e rimanere in salute.

Secondo la cucina macrobiotica ogni cibo appartiene a una delle due energie Yin e Yang.
Gli alimenti Yin sono quelli dal sapore acido, amaro, molto dolci o aromatici, e contengono una maggiore quantità di potassio. Gli alimenti Yang sono poco acidi, hanno un sapore salato, poco dolce o piccante, e si caratterizzano per la maggiore presenza di sodio.

cosebelle_respiro_macrobiotica_03

I principi fondamentali della macrobiotica classica sono:

•Seguire la stagionalità di frutta e verdura

•Scegliere frutta e verdura appartenente alla fascia climatica in cui si vive

•Ridurre al minimo il cibo animale

•Evitare gli zuccheri raffinati e tutto ciò che li contiene

•Introdurre nella propria alimentazione i cereali integrali in chicco e i legumi

•Imparare ad utilizzare i condimenti speciali e le alghe

•Alternare i vari tipi di cereali, di legumi e di verdure

•Utilizzare sale marino integrale del Mediterraneo

•Scegliere e cucinare il cibo attraverso la “bussola” yin e yang

La dieta macrobiotica esclude o limita drasticamente molti alimenti tra i quali tutti quelli trasformati da parte dell’industria (zucchero raffinato in primis, ma anche margarina), quelli di origine animale (carni in genere, uova, latte e derivati, miele), le bevande alcoliche, l’aceto, le bibite zuccherate, il caffè. I processi di lavorazione industriale, infatti, altererebbero gli equilibri energetici degli alimenti. Anche gli abbinamenti dei cibi vanno fatti secondo il criterio dell’equilibrio tra Yin e Yiang: nel periodo invernale, essendo il freddo Yin, vanno privilegiati i cibi Yang, l’opposto nel periodo estivo.

 cosebelle_respiro_macrobiotica_02

Noi occidentali siamo spesso legati a ritmi stressanti e oggi più che mai, avvertiamo il bisogno di ridimensionare la nostra vita e la nostra alimentazione.
Siamo sempre più coscienti che è possibile raggiungere l’armonia psicofisica e conseguentemente un maggior benessere conoscendosi meglio, curando e ascoltando i nostri reali bisogni e quelli del nostro organismo.
Secondo Ohsawa, seguendo quotidianamente una corretta alimentazione è quindi possibile mantenere l’equilibrio tra Yin e Yang e dunque ottenere un buon livello di salute!

cosebelle_respiro_macrobiotica_04

__
Prendi in mano la tua vita e ricomincia da te! In che modo? Inizia con un RESPIRO.