Questa estate sono stata in Francia e vi posso assicurare che il richiamo della lavanda è ovunque. Seguirne le tracce e gli odori mi ha portato a farne una ricerca più approfondita.

La lavanda è conosciuta e utilizzata dall’uomo da oltre 2500 anni, veniva anticamente impiegata per la preparazione di talismani portafortuna e incantesimi d’amore, per il suo profumo intenso e inebriante.

campi

Il nome di questa pianta deriva dal latino “lavare” e si riferisce all’uso che ne facevano  greci e romani che raccoglievano i suoi fiori per profumare l’acqua delle terme in cui si immergevano, abbandonandosi a bagni rilassanti e profumati.

Le proprietà della lavanda

Questa pianta sta attraversando un periodo di rinascita e riscoperta nell’ambito delle nuove terapie naturali per curare disturbi molto comuni come mal di testa, insonnia, ipertensione, malattie respiratorie e dolori reumatici.
I fiori di lavanda, contrariamente a tante altre specie, conservano a lungo il loro profumo, anche se secchi.
È antica consuetudine riempire con i fiori secchi dei piccoli sacchettini di tela e poi riporli nei cassetti, per profumare la biancheria e tenere lontane le tarme.
In aromaterapia, viene utilizzata per ritrovare il giusto equilibrio tra gli estremi, come tranquillizzante e riequilibrante del sistema nervoso.
Per purificare la stanza di un ammalato non c’è niente di meglio  dell’Olio Essenziale di Lavanda, il cui profumo è sempre discreto, fresco e delicato; avrà un immediato effetto tonificante e calmante al tempo stesso, antidepressivo e stimolante delle difese di tutto l’organismo.
Il prezioso Olio Essenziale che viene estratto dalla pianta con il metodo della distillazione, viene considerato tra i più versatili e utili e non dovrebbe mai mancare fra i rimedi naturali in casa. Per conciliare il sonno dei bambini che faticano ad addormentarsi e per quelli iperattivi, basterà metterne qualche goccia sul loro cuscino, vicino al viso.
La lavanda è ottima in caso di dolori reumatici di origine articolare o muscolare, quali torcicollo, sciatica e mal di schiena. È largamente riconosciuta per le sue proprietà analgesiche e antinevralgiche.

lavanda.2

La Provenza

La Provenza è una delle Regioni Francesi più famose. Si trova nel sud della Francia, a poche ore di strada dall’Italia. Si incontrano turisti un po’ da tutto il mondo. Cosa attira tutte queste persone? Ovviamente la lavanda! Campi sterminati di questo fiore colorato si alternano a campi di girasole e frumento e fanno sembrare la Provenza un bellissimo quadro i cui colori sembrano perfino troppo saturi quando il sole tramonta dietro le colline.
La Provenza è veramente un paradiso per chi ama la fotografia, ma anche per chi semplicemente vuole passare qualche giorno immerso nella campagna, fuori dallo stress cittadino.
Ammirare i panorami della lavanda in fiore è una delle esperienza più appaganti ed emozionanti che si possono vivere in Provenza, fra villaggi meravigliosamente arroccati, i colori e i profumi che permeano tutta l’atmosfera circostante.
Se siete in zona fra giugno e luglio non mancate di recarvi in questi luoghi magici.
Il modo migliore per visitarla è vagare tra le stradine di campagna facendosi guidare solo da odori e colori, pernottando in uno dei tanti villaggi caratteristici della zona che offrono molto da vedere. I colori e i profumi della Provenza vi rimarranno impressi per parecchio tempo.

lavanda.1

I Plateau di lavanda sono moltissimi, tra i più noti c’è il Plateau de Valensole e il Plateau de Claparèdes, che offrono uno spettacolo per i sensi.
Tra i tanti graziosi borghi della zona, da non perdere Auribeau, Castellet, Sault e Apt.
Se andate in Provenza a fine luglio o inizio agosto potrete assistere alla Festa della Lavanda che segna l’inizio della raccolta dei fiori!