Animali da palco.

Pur non essendo una sfegatata ascoltatrice di musica rock e simili, qualche sabato sera fa mi sono fatta trascinare dalla mia amica Lisa – che di musica in generale ci vive – al concerto dei Reptile and Retard. Attirata più che altro, devo ammetterlo, dalla sua promessa di quattro giovanotti prestanti. Insomma mi aspettavo più una peformance del tipo bello-ma-per-favore-taci. E invece!
Mi sono ritrovata di fronte a degli animali da palco con una forza e un’energia sorprendente. Cose tipo il cantante che si lancia sulla folla impazzito, si butta in braccio alla gente, sale sul bancone del bar (e continua a cantare – live). Un vero spettacolo.

Ma la cosa più interessante è stato scoprire come questi due – che di nome fanno Mads Damsgaard Kristiansen e Esben Valløe – hanno deciso di mettere in piedi una band e diventare famosi. In due anni. In Cina. Riuscendoci.
Cresciuti in una cittadina del nord della Danimarca con la passione per la musica, hanno approfittato di un’esperienza di studio a Shanghai per diventare gli idoli dei teenager con gli occhi a mandorla. Non male come idea no? Soprattutto se studiata a tavolino.

Il loro approccio si basa sistematicamente sull’uso di regole di marketing e public relation. Una volta sbarcati nel Paese del Sol Levante si sono messi a suonare praticamente ovunque diventando in tempo record delle star.
Alla base di tutta questa capacità di sfruttamento del business world, una solida formazione, ma non prettamente musicale. Hanno ben pensato infatti di optare per una scuola di management (la Kaospilot, un nome un programma) anziché per il conservatorio: “Vogliamo diventare rock star, non maestri di musica”.

Per vedervi una loro intervista andate qui.

Al momento hanno fatto concerti a Shanghai, in giro per la Danimarca e a Berlino, ma se vi capita l’occasione di scoprire dove suonano, prendete un volo e andate a vederli. Merita.