Scomposti.

Di Carbonara a Roma ce ne sono tante: c’è chi la fa con l’uovo intero e chi solo con i tuorli; c’è chi preferisce la pancetta al guanciale, ma di sicuro di Carbonara alla ricotta ce n’è solo una!
Infatti protagonista sulla nostra tavola, insieme a guanciale e pasta all’uovo, sarà la ricotta: useremo quella romana di pecora ed il successo è garantito.

Ingredienti per la pasta all’uovo (per 4 persone):
400 g di farina di grano duro
4 uova intere
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe

Setacciate la farina di grano duro e mettetela sul piano da lavoro (preferibilmente in marmo oppure su una tavola di legno per pasta all’uovo).
Formate quindi una fontana e al centro rompetevi le uova intere, quindi condite con un po’ di sale e un po’ di pepe.
Aggiungete l’olio extravergine di oliva e con una piccola frusta (può andar bene anche una semplice forchetta!), amalgamate poco a poco gli ingredienti facendo attenzione a non rompere la fontana.
Mescolate per bene tutti gli ingredienti fino a formare una pasta ben elastica e consistente a forma di palla.
Lavorate la pasta a mano sul piano infarinato per almeno 10 minuti, quindi ricopritela con della carta pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per circa un’ora.

Ingredienti per la farcia dei ravioli:
500 g di ricotta di pecora romana
5 fette di pancetta affumicata piuttosto spesse
2 cucchiai di pecorino romano
sale e pepe

Setacciate la ricotta in una terrina capiente e condite con sale e pepe.
Eliminate la cotica dalla pancetta e riducetela in piccole listarelle.
A questo punto aggiungete la pancetta all’impasto di ricotta ed unite 2 cucchiai di pecorino romano.
Lasciate riposare l’impasto in frigo.

Ingredienti per la salsa carbonara:
4 tuorli d’uovo freschissimi
4 cucchiai di pecorino romano
sale e pepe

Rompete le uova in una ciotola e conservate soltanto il tuorlo: sbattete i tuorli con una forchetta finché non si saranno amalgamati bene.
Aggiungete 4 cucchiai di pecorino romano e continuate a mescolare.
Regolate di sale e di abbondante pepe.

E’ finalmente ora di preparare i ravioli!

ravioli-di-ricotta-a-mano

Recuperate l’impasto di pasta all’uovo dal frigo e lavoratelo a mano per circa 5 minuti.
Con l’aiuto di un mattarello o di una macchina apposita per stendere la pasta, stendete una sfoglia uniforme di circa 2 mm.
Dividete la sfoglia in rettangoli uguali di circa 30X12 cm ciascuno, tagliandoli con una rotella dentellata.
Quindi su ogni rettangolo disponete dei mucchietti di farcia alla ricotta a intervalli di circa 5 cm l’uno dall’altro.
Ora con un pennello intinto in un po’ di tuorlo sbattuto, spennellate la pasta rimasta libera dal ripieno.
Sovrapponete quindi la sfoglia spennellata con il tuorlo d’uovo su quella contenente la farcia, facendo in modo che i bordi combacino perfettamente con  quelli sottostanti e, con i polpastrelli, premete la pasta tutto intorno ai mucchietti di ripieno in modo che i due lembi di sfoglia si incollino bene tra loro.
Quindi con l’aiuto di una rotella dentellata ritagliate i ravioli.

ravioli-ricotta

Ce l’abbiamo quasi fatta.
Portate ad ebollizione una pentola con abbondante acqua salata e una volta raggiunto il bollore tuffatevi i ravioli.
Scolateli al dente e mantecateli con la salsa all’uovo e pecorino che avevamo precedentemente preparato.
Servite i ravioli ancora bollenti con una spolverizzata di pecorino….
Ed il gioco è fatto!