1,000 words project — Paul Thompson

Le storie e le immagini hanno tra di loro un rapporto strano: entrambe possono vivere da sole, ma se una bella storia ed una bella immagine si uniscono, possono creare qualcosa di unico.

Se vi piacciono le storie e le immagini, di sicuro questo progetto non vi lascerà indifferenti.

Gli ingredienti per un risultato brillante ci sono tutti: Paul Thompson ci ha messo il suo portfolio, ricco di foto poetiche e surreali. Ben Casey, Lionel Hatch, Nick Asbury e Jim Davies ci hanno messo tutta la loro capacità di raccontare. Quelli di The Chase, infine, ci hanno messo l’idea. Un’idea incredibilmente semplice quanto originale: come può un fotografo, in un mondo che ci bombarda di immagini promozionali, catturare l’attenzione? La risposta è paradossale, eppure efficace: senza usare le foto.

Il procedimento è semplice: ogni autore ha scelto una delle suggestive foto di Paul Thompson direttamente dal suo portfolio online, poi si è lasciato ispirare dall’immagine per scrivere un testo, lungo rigorosamente mille parole. Le parole, infine, sono state impaginate in modo che ogni testo, una volta stampato, ricordasse il formato della foto che racconta. I testi sono poi stati stampati su cartoline, magliette e poster.

Ed è così, non vedendo direttamente le immagini, ma lasciandosi ispirare da ciò che i racconti suggeriscono, che ognuno potrà immaginare le foto di Paul Thompson e ne verrà talmente incuriosito da dover per forza dare una sbirciata al suo portfolio.

Se vi piacciono le storie e le immagini, di sicuro neanche lui vi lascerà indifferenti.