<  Ho letto di un ristorante italiano con bar a cocktail figo, ci andiamo ? >

< Mmm… ok>

Di solito funziona cosi…perché il soggetto in questione ha un patriottismo anomalo nel quale non rientra la nostalgia per pasta pizza e piatti sfornati dalla mamma, non si fa spedire pacchi in ufficio di prodotti locali con punte di parmigiano e prosciutto crudo da affettare, al massimo sogna ogni tanto un cappuccino di quelli veri, che non sia una caffelatte allungato e che abbia la schiuma vera e non di quelle che appena le guardi si sgonfiano convinte di aver fatto il loro e di potersi rilassare.

In più si aggiunge il rifiuto per un made in Italy approssimativo con sta benedetta pasta bolognesa o con la mozzarella di bufala che ha più F (buffala) che latte e gli orrori di ortografia nel menù.

Al contrario le amiche autoctone adorano la cucina italiana (e ti credo) ma adorano pure la cucina italiana che circola da queste parti (perché ignare…)

Ecco con che spirito sono andata in questo ristorante bar cocktail che, contro il mio approccio simil “lasciate ogni speranza voi che entrate”, mi ha veramente sorpresa.

Ristorante Professore, Parigi ( Photo Credit: parisbouge.com)

Ristorante Professore, Parigi ( Photo Credit: parisbouge.com)

Il locale si divide in due, il ristorante che si vede dalla strada e al quale si riferisce l’ insegna esterna “Professore” e il cocktail bar “Gocce” con il comptoir nascosto in fondo alla sala.

Le gocce, il bar. Comptoir (Photo Credits: parisbouge.com)

Le gocce, il bar. Comptoir (Photo Credits: parisbouge.com)

All’ ingresso tavoli in acciaio intervallati da colonne doriche laccate nere, una cucina a vista e un menù degno di interesse. No pasta e pizza, ma piatti originali che si basano su prodotti italiani di alta qualità. Semplici, freschi, diretti. Pochi fronzoli ma un’ampia scelta che necessita qualche minuto prima di poter ordinare. Lo chef è italiano così come alcuni dei ragazzi che vi lavorano. Lo chef è italiano vuol dire che lo è davvero…lungi da quei personaggi che gestiscono ristoranti con bandiere corone d’ aglio e tovagliette a scacchi che d’italiano hanno il trisavolo e che dell’Italia hanno visto, fotografie a parte, forse solo Ventimiglia per andarci a comprare le sigarette.

Il bar. L'atmosfera. (Photo Credit: timeout.fr)

Il bar. L’atmosfera. (Photo Credit: timeout.fr)

Stupendi sono i contrasti. Il design è moderno, nel ristorante, il servizio ricercato eppure i piatti sono schietti cosi come i sorrisi e il chiasso nella sala e il prezzo è accessibilissimo.

In fondo alla sala un altro mondo, complementare ma autonomo, il cocktail bar le Gocce. Ci s’immerge in un’atmosfera dandy con poltrone e divani Chesterfield, luce soffusa, lampadari in cristallo e un grosso camino che riproduce l’ atmosfera di un salotto inglese d’inizio secolo. La decorazione è pesante ma avvolgente, le luci sono soffuse.

L'arredamento dandy. L'atmosfera del salotto di casa.

L’arredamento dandy. L’atmosfera del salotto di casa.

Pareti di quadri rivoltati o di libri antichi che lasciano intravedere appena la porta di accesso alle toilettes. La lista dei cocktail permette di sbizzarrirsi con mix insoliti, prodotti scelti accuratamente e la fantasia di un barman che, oltre a consigliare i più indecisi, stupisce con la maestria dei movimenti. Anche la lista dei vini è buona, vini italiani, soprattutto meridionali…perché se la pasta non manca alle volte ritornare ai sapori dei nostri vini e riscoprire il sole e la salsedine è indispensabile.

Bar le Gocce. La déco.

Bar le Gocce. La déco.

 
 
Ristorante Professore/bar Gocce
7 rue Choron ( 9ème)
Metro Notre- Dame de Lorette
 
_
Tutte le cosebelle di Parigi le trovate qui!