Quando s’iniziano a sfoggiare le maniche corte al primo tepore, nonostante il venticello ancora fresco che ti ricorda che l’inverno è appena terminato, beh, vuol dire che la primavera è ormai arrivata. In Sardegna questa stagione è annunciata dal verde intenso dei prati, da un’esplosione di colore floreale con predominanza del giallo e del violetto e dal mare baciato dal sole che scintilla più del solito. Con questo video vorrei darvi un’idea dell’atmosfera primaverile dell’isola sia lungo le coste che nell’entroterra e consigliarvi alcuni punti panoramici in cui sostare per ammirare al meglio il paesaggio sardo. Ecco qua un elenco delle mete che vedrete scorrere accompagnate dal motivetto allegro in sottofondo.

Porticciolo, Alghero

Torre del Porticciolo, a pochi chilometri da Alghero (nel Nord Ovest dell’isola), è una baia dominata da un’antica torre Aragonese del 1600 e abbellita dalla bellezza intatta e selvaggia della natura; il mio posto preferito vicino alla città in cui abito.

Capo Caccia e l’isola della Foradada

Capo Caccia, sempre nei pressi di Alghero (dovrete percorrere in gran parte la stessa strada che conduce a Torre del Porticciolo e continuare sempre dritti senza sbagliare) è un imponente promontorio di roccia calcarea che si affaccia sull’isolotto della Foradada da una parte e sul promontorio di Punta Giglio dall’altra. Senza dubbio, uno degli scenari migliori della zona da cui è impossibile non rimanere estasiati, in giornate in cui il mare è pacifico ma anche quando è agitato dal forte vento di maestrale e percorso da onde altissime.

Panoramica Alghero-Bosa

Panoramica Alghero-Bosa

La strada panoramica Alghero-Bosa, è  un percorso mozzafiato sulla costa che collega le due città. In primavera questo tragitto è ancora più bello perché ovunque esplode il giallo delle ginestre.

La sommità di Castelsardo vista dal basso

La sommità di Castelsardo vista dal basso

Castelsardo, non lontano da Sassari, è un piccolo borgo arroccato su una collina da cui potrete ammirare splendidi tramonti sul mare. La sua parte storica, infatti, sorge sulla sommità dell’altopiano e quindi, dopo una bella passeggiata per le antiche vie, arriverete davanti alla bella Cattedrale di Sant’Antonio Abate che si affaccia proprio sul Golfo dell’isola dell’Asinara.

S'Archittu

S’Archittu

S’Archittu, in provincia di Oristano, è una località che prende il nome dall’arco di roccia che sembra essere stato architettato apposta dalla natura per abbellire la spiaggia.

Montiferro di Cuglieri

Montiferro di Cuglieri

Montiferro di Cuglieri, è una località naturale molto suggestiva per gli amanti delle escursioni a piedi e delle cascate. Potrete raggiungere altezze tali da ammirare da lontano perfino il promontorio di Capo Caccia che si trova a oltre un’ora di distanza.

Il monte Ortobene e la città di Nuoro in lontananza

Il monte Ortobene e la città di Nuoro in lontananza

Il monte Ortobene, è un’altura granitica che domina la città di Nuoro con i suoi quasi mille metri di altezza. Questo posto è raggiungibile in macchina ed è ideale per scampagnate e passeggiate. Sulla vetta del monte potete ammirare un’enorme statua di bronzo del Cristo Redentore a cui è dedicata l’omonima sagra che si svolge ad agosto e prevede sfilate in costume tipico, canti e balli tradizionali (un evento imperdibile per chi vuole prendere parte a una manifestazione folkloristica molto ricca e colorata).

Non mi resta che dirvi: godetevi il panorama e la natura della Sardegna!!!


__
Sardegna o Liguria? Sardegna&Liguria nella nostra nuova rubrica!

Valentina ama scrivere, fotografare, viaggiare ed ammirare nuvole, tramonti e paesaggi ovunque si trovi. Ha la Sardegna e la Liguria nel cuore, ma un orizzonte in continuo cambiamento. Tra un’esperienza lavorativa qua e un’altra là, le piace rifugiarsi nel suo piccolo mondo capovolto, in cui scrive le sue avventure di viaggio e di vita disseminate di colore.