Polpette in umido, al sugo, con piselli, fritte, al forno, di tonno, di carne, di verdura… Le polpette, anche se non hanno origine italiana, sono uno dei piatti con più versioni esistenti su tutto il territorio del Bel Paese e ogni famiglia ha la propria ricetta con ingredienti diversi dalle altre.
Nella mia famiglia non c’è una regola precisa, ma sin da quando ero piccola ho potuto assaporare sia le tradizionali polpette al sugo (sia con la pasta che senza) di mia cugina casertana, sia le mille varianti di mia madre, sempre diverse da quelle precedenti.
La ricetta che propongo oggi è una rivisitazione di una delle mie preferite con carne, ricotta e basilico, ma anche con una sorpresa aggiunta da me.
Non mi ero mica dimenticata della sorpresa!!!
Dopo aver preparato le palline da “impanare” con il pan grattato, ho aggiunto all’interno un cubetto di pecorino per dargli quel sapore un po’ più particolare.
Ed ora bando alle ciance, al via con la ricetta.

Ingredienti:

2 fettine di lonza di vitello
250gr di pancetta affumicata
500gr di ricotta
2 pugnetti di foglie di basilico
q.b. paprika affumicata
q.b. pan grattato
q.b. pecorino
q.b. sale

Tritare la lonza di vitello con la pancetta affumicata tagliata a cubetti.
Io la lonza di vitello l’ho cotta e fatta riposare prima di tritarla, ma potete anche tritarla da cruda.

Versare il composto ottenuto in una planetaria e aggiungere le foglie di basilico, la ricotta e la paprika affumicata.
Lasciar riposare il composto per 5/10 minuti.

Formare delle palline ed inserirci dentro un cubetto di pecorino; infine passare delicatamente le polpette nel pan grattato.
Infornare per 20 minuti a 150 gradi.