Damien Hirst – For the Love of God

Dal 26 Novembre 2010 al 01 maggio 2011
Palazzo Vecchio, Piazza della signoria, Firenze

Info: www.arthemisia.it

L’opera più costosa mai realizzata. Un teschio settecentesco, acquistato dall’artista da un rigattiere a Londra, ricoperto di platino, su cui sono incastonati 8600 diamanti. In più. Un enorme diamante rosa a forma di goccia, chiamato “stella del teschio” domina la fronte.
Per un valore stimato intorno ai 50 milioni di sterline.

Dopo la sua realizzazione nel 2007, è stato esposto solo due volte, per gli esosissimi costi di trasporto e assicurazione. Al White Cube di Londra e al Rijksmuseum di Amsterdam e ora a Firenze, a Palazzo Vecchio, nelle stanze che furono dimora del Duca Cosimo De Medici.

L’artista ha come tematica dominante della sua opera la morte e per questo lavoro si è ispirato ad un teschio azteco, ricoperto di turchesi grezzi. Così Hirst esorcizza la morte facendola brillare e risplendere, così come nell’arte messicana troviamo teschi ridenti e danzanti a scongiurare la morte.

Biografia

Bristol, 7 giugno 1965. Domina la scena britannica degli anni novanta, come capofila del gruppo YBA (Young British Artist). La sua veloce ascesa fu grazie al suo pubblicitario e collezionista Charles Saatchi. Oggi è l’artista vivente più pagato dopo Jasper Johns. Nel 2008, a poche ore dal collasso della Lehaman Brothers, all’asta vennero battute alcune sue opere, senza mediatori, per un totale di 280 milioni di dollari incassati direttamente dall’artista.