Arte, design ed ex rifiuti

Prendersi una piccola pausa all’interno dell’orario di lavoro, si sa, è un beneficio anche in termini di rendimento. Se vi andasse di amplificare gli effetti di giovamento del break e trovarvi per qualche minuto con la mente altrove, tipo sulla sponda di un bel laghetto, una delle possibilità è farsi assumere nella sede londinese della Bloomberg.

Già perché qui è a disposizione dei dipendenti “The Pond”, un’installazione progettata dai due designer israeliani Yael Mer e Shay Alkalay del team www.raw-edges.com che consiste in una seduta con 40 posti ed in un “laghetto ad incasso”.

Avete letto bene, si tratta proprio di un “laghetto”, nel quale hanno trova   to nuova vitai 60 monitor di altrettante ex postazioni pc della Bloomberg. I designer hanno disposto gli schermi in modo apparentemente disordinato, ma basta sedersi, attendere qualche secondo per sorprendersi con delle animazioni curiose che rimandano direttamente alla vita pacifica di uno stagno o un piccolo lago: ecco che compare una papera, poi una leggiadra libellula, una ranocchia saltellante tra le ninfee, una farfalla.

Se in questo momento vi viene da pensare che anche in pausa l’azienda “obbliga” i propri lavoratori a stare di fronte ad uno schermo, sappiate che così facendo sta anche dando un (piccolo) contributo per ridurre le 99 tonnellate di rifiuti che il Regno Unito invia nelle proprie discariche senza speranza di riciclo.

“The Pond” è parte del progetto ‘Waste Not Want Not’ che ha previsto diversi interventi di design e di arte contemporanea mirati al recupero di oggetto non più utilizzabili in ufficio: ad esempio, 340 mouse dismessi nelle mani di Matthew Plummer Fernandez sono diventati dei lampadari!

E visto che siete arrivati fino alla fine del post, vi meritato una pausa di 1 minuto e 15 secondi con le animazioni bucoliche del designer norvegese www.oscarnarud.com.

Pond from Raw Edges Design Studio on Vimeo.

Thanks to: Yael Mer &Shay Alkalay

Info: www.raw-edges.com

www.arts-co.com