Pita.

Pita

Pita

Sarà colpa del cielo che il sole ce l’ha fatto attendere anche troppo in questa stagione, sarà colpa del calendario, o forse di un’affinità elettiva che i miei occhi hanno col colore del mare, ma la voglia di vacanza e di sabbia tra le dita dei piedi di questi tempi si fa fortissima.

Voglia di mare azzurro e spiaggia bianca, oppure turchese e ciottoli rumorosi al passare delle onde, voglia di scogli, infradito e zaino in spalla.

Ma per l’estate c’è ancora tempo, ci vuole il pane giusto, da riempire o da intingere in una semplice salsa…

Aspettiamola insieme l’estate!

Pita

Pita

Ingredienti (dosi per 8 mini pita)

150 g farina tpo 0

100 g farina tipo 2

50 g lievito madre rinfrescato e attivo

5 g sale

150 ml acqua tiepida

Preparazione

Mescolate gli ingredienti secchi (farina e sale) in una ciotola, poi in una ciotola più grande, sciogliete il lievito nell’acqua.

Amalgamate gli ingredienti secchi a quelli umidi finchè si formerà un impasto omogeneo. Lasciate riposare 15 minuti, poi riprendete l’impasto e lavoratelo fino a raggiungere una consistenza liscia ed elastica (l’impasto devo risultare tiepido al tatto).

Lasciate lievitare in un canovaccio infarinato dentro la ciotola.

Riprendetelo dopo un’ora circa e fate delle pieghe a libro.

Lasciate lievitare per 3 ore circa, poi prendete il pane e, su un piano infarinato, dividetelo col raschiapasta in 8 porzioni di identico peso.

Formate delle piccole palline, coprite e lasciate lievitare.

Intanto riscaldate il forno a 240°C e al suo interno lasciate una teglia a scaldare.

Una volta caldo, stendete col mattarello le palline di pane, lasciate riposare ancora 10 minuti, poi spolveratele di farina e trasferitele sulla teglia ben calda.

Infornate immediatamente e lasciatele circa 12 minuti in forno, fino a quando saranno ben gonfie e dorate.

Fate raffreddare su una griglia e, se non dovete consumarle subito, inseritele in un sacchetto per alimenti ancora tipide così da mantenerle morbide ed evitare che secchino.