Possiamo dirlo: la primavera è sbocciata. Il fiori riprendono a dar colore agli alberi, le biciclette popolano le strade ma, soprattutto, a riprendere vita siete proprio tutte voi. E se per farlo sceglieste di far tornare in vita una miriade di capi, borse, scarpe e oggetti che prima appartenevano a qualcun altro? Scoprireste che il tanto agognato “Cambio dell’armadio” è l’occasione per regalarvi la soddisfazione di essere voi a entrare a far parte della vita di un vestito e non il contrario. Il nostro consiglio per iniziare da subito? Trovare un po’ di tempo, tra i mille eventi dell’imminente Fuorisalone, per fare salto dalla bravissima Chiara, anima di Paltò.

Alla scoperta del vintage da Paltò Milano

Dettagli del passato – Photo Credits by Paltò Milano

Dietro la scelta di un nome si celano le storie migliori. Qual è quella di Paltò?
Ho scelto questo nome in onore di mia nonna Maddalena. Ogni volta che uscivo di casa si raccomandava che non dimenticassi di indossare il Paltò anche quando, data la stagione, magari non ce n’era nemmeno più bisogno. Paltò poi è un nome rotondo, calzante, avvolgente. Facile da ricordare!

Come nasce la tua passione per il vintage?
Quando avevo sette anni già girovagavo per mercati delle pulci, brocante e souk insieme ai miei genitori. Ricordo ancora oggi la sensazione di euforia che tutte quelle meraviglie che mi circondavano riuscivano a darmi e come, tornando a casa, mi emozionavo all’idea di ciò che eravamo riusciti a trovare. Anche ora, quando visito una città, mi informo se ci sono maker interessanti da scoprire.

Tu che armi usi per scovare sempre il “pezzo giusto”?
Sembra banale, ma prima di tutto bisogna scegliere percorsi poco battuti. Poi mi aiuta molto il colpo d’occhio dato da un colore e a seguire è la volta del tatto, che è anche più importante.
Mi permette di controllare i dettagli, un bottone, un’etichetta, una decorazione, piccoli elementi che fanno la differenza e che rendono un capo unico. Da ultima ecco arrivare in mio aiuto anche l’immaginazione, grazie alla quale riesco a costruire costruire il look dal pezzo che ho in mano in quel momento.

Il vintage al tempo di Depop

Lo stile non passa mai di moda – Photo Credits by Paltò Milano

L’avvento di Depop si sta rivelando capace di coniugare tecnologia e vintage. Perché quest’ultimo riesce a conquistare sempre tutti?
Per la sua anima sempreverde. Tuttavia, attenzione a non esagerare! Il mio consiglio è evitare di mischiare stile appartenenti a periodi diversi. Meglio usare il vintage per reinventare il proprio stile, abbinando l’attuale con spunti d’epoca.

Se dovessi scegliere un oggetto e un vestito che rappresentano perfettamente l’anima di Paltò, quali sarebbero?
Come oggetto sicuramente il modellino in ferro della ruota panoramica che ho scelto come logo di Paltò, dove il mantra “gira e rigira…” assume diversi significati. Come abito, direi proprio il Paltò, da quelli attuali con brand di nicchia ai cappotti vintage: restano sempre pezzi unici e rari.

Photo Credits by Paltò Milano

Un giovedì al mese, Paltò ha un appuntamento speciale. Di che si tratta?
Si tratta di un momento che dedico alla presentazione di designer emergenti. Cerco di dar loro voce e spazio. Alternativamente raccontiamo anche “Le storie di Paltò”, un progetto nato un’idea
della mia amica e attrice Erika Urban. Lei legge e interpreta storie sui nomi della moda.

È arrivato il Salone del Mobile. Quali sono tre luoghi di Milano che consiglieresti e perché?
Di appuntamenti e posti ce ne sono un’infinità! Gli indirizzi che consiglio di non perdere, tra un appuntamento e l’altro al Fuorisalone, sono Ventura Lambrate, con la sua atmosfera internazionale e surreale, il Bar Basso per un aperitivo storico e indimenticabile e L’Eclettico, uno spazio meraviglioso in cui il design trova sempre nuove forme.

Chiara nel suo meraviglioso mondo _ Photo Credits by Paltò

Qual è la tua “Cosabella”?
Le mie Cosebelle sono la mia famiglia e la mia infinita gioia di vivermi tutto fino in fondo, accorgendomi di tutte quelle cose a cui nessuno fa caso.

Paltò Milano Concept store

Dove: Milano, via Benedetto Marcello 91
Contatti&Social: Facebook | Instagram