A  Roma, in via Libetta 1 da giovedì scorso qualcosa sta cambiando.

Passando da quelle parti, vi basterà alzare gli occhi per vedere Brus (Roma, 1980), street writer attivo dal 2001, a lavoro. E’ suo il quarto intervento permanente, l’ultimo in ordine cronologico, previsto nell’ambito di OUTDOOR Urban Art Festival 2012. Giunto alla terza edizione, l’evento, prodotto da  NUfactory con la curatela quest’anno di Simone Pallotta, si è aperto lo scorso luglio con le opere di grandi dimensioni realizzate nel quartiere capitolino di Ostiense da Momo, Borondo e Sam3.

Brus all’opera in queste ore in via Libetta 1, Roma | Foto dalla pagina facebook di OUTDOOR Festival

Momo all’opera in via del Commercio 9, Roma | Luglio 2012 | Foto Daniela Pellegrini

Sam3 all’opera in via Ostiense 193, Roma | Luglio 2012 | Foto Daniela Pellegrini

Borondo all’opera in via Ostiense 206, Roma | Luglio 2012 | Foto Daniela Pellegrini

Venerdì  prossimo, 14 settembre, sarà il giorno del final act. Oltre alla presentazione delle 4 opere urbane ultimate, alle 19.00 presso le Officine Fotografiche (in via Libetta 1, Roma) verrà inaugurata la mostra “Did you ever see a woman” con le fotografie di Andrea Nelli; nella stessa occasione sarà presentato il suo libro “Graffiti a New York“. Nell’esposizione saranno presenti, per la prima volta, una selezione di immagini in bianco e nero, di piccolo formato, scattate, prevalentemente negli Stati Uniti, con una vecchia Leica. Dalle 21.00 l’appuntamento è con il live show sul palco di via degli Argonauti, cui seguirà, da mezzanotte in poi, un dj set con DOOMWORK, PAUL ESSE e COBRAM al Rashomon.

Andrea Nalli | “Did you ever see a woman”

Rachel Rosalen & Rafael Marchetti | “Territórios complexos”

Prima dei saluti ufficiali, in calendario c’è anche la pacifica incursione all’Ambasciata del Brasile di Roma, dove venerdì 21 settembre, il festival si concluderà con due iniziative, sviluppate in sinergia con “Casa das Rosas”, una struttura del Dipartimento della cultura dello stato di São Paulo. Gli artisti brasiliani Rachel Rosalen e Rafael Marchetti sono gli artefici di una video istallazione che animerà la facciata di Palazzo Pamphili a Piazza Navona, presentando il meglio della creatività contemporanea del paese sudamericano (ore 20.00). All’interno della Galleria Candido Portinari andranno in scena suoni e visioni della capitale brasiliana con la mostra “Territórios complexos” (vernissage ore 19.00).

Per seguire il work in progress e tutti gli aggiornamenti cliccate qui!