Se non hai mai vissuto a Roma non ne sai nulla. Magari in questi giorni su Facebook puoi aver notato un tot di tuoi contatti della Capitale nominarla più volte, chi nel selfie a mezze maniche, chi geotaggandosi a Ostia (altra cosa che non sai se non hai vissuto a Roma è che Ostia è Roma, non è un comune a sé e quindi -altra grande rivelazione- Roma è una città sul mare). C’è poi chi si lamenta del caldo -ci sono sempre ‘sti pazzi- e chi sta lì ad elogiare la sua granita al caffè doppia panna. A ottobre.
Sì, a ottobre, perché se non hai mai vissuto a Roma non hai mai vissuto uno dei momenti più belli dell’anno di questa città: l’Ottobrata Romana.

Un mese di sole, temperature sopra le medie, pause pranzo al parco per convincere le lentiggini a farsi vive, gelati -tanti-, sabati al mare, domeniche nei giardini delle trattorie. Mentre tutta Italia si prepara al cambio di stagione, qui ti dimentichi pure di averlo organizzato per la settimana dopo, e ogni weekend lo ritardi a quello successivo.

Canottiera, WHAT?

Dimentica la maglia della salute, dimentica il soprabito. Qui è ancora troppo, troppo presto. Certo, per strada trovi questo strano mix di Birkenstock e piumini, ma è colpa dei non romani, di quelli che vengono qui a ottobre stile Peppino e Totò, bardati di tutto punto convinti che l’autunno sia già arrivato. Ma no! Per le foglie che cadono, i tè caldi, le foto molto Tumblr di ragazze in calzettoni di lana e lingerie con la tazzona fumante vicine alla finestra manca ancora qualche settimana.

L’Ottobrata romana non è un’estate più lunga

Attenzione, qui non c’è da confondersi. Non stiamo dicendo che a ottobre a Roma fa ancora caldo e che l’estate dura da giugno e finisce ad Halloween. Se fosse così staremmo semplicemente parlando del clima del Sud d’Italia.

A settembre fa freschetto e qualcuno tira fuori i calzini ma -vivendo a Roma- non si azzarda a fare molto altro perché sa, e come se lo sa, che ottobre è dietro l’angolo e tornerà il sereno. La peculiarità dell’Ottobrata Romana è che settembre è un mese di inizio autunno che precede un nuovo mese d’estate.

Per chi è nato e cresciuto a Roma e per chi ha scelto di vivere qui, questi sono trentuno giorni di profondo innamoramento per la città. Non importa se il bus non passa, chissene se devi girare a vuoto per ore prima di trovare parcheggio, e cosa importa se neanche oggi sono passati a ritirare l’umido.

È l’Ottobrata Romana, bellezza. Il mese più bello che c’è.

__

Qui la nostra Guida Bella della Capitale, da spulciare in un weekend di ottobre.

Foto scattate il 15/10/2017 al Parco Ex Snia, Roma Est.