Qualcuno ha voluto definirla la “notte bianca più rosa di sempre”, grazie alla presenza di due donne, Chiara Parisi e Julie Pellegrin, nel ruolo di direttrici artistiche della Nuit Blanche di Parigi, andata in scena lo scorso sabato. Per l’0ccasione la capitale francese è stata “divisa” in cinque aree urbane, Berges de Seine,  Marais,  République, Canal Saint-Martin, Belleville & Ménilmontant, e ciascuna ha ospitato il consueto mix di appuntamenti culturali adatti a tutte le età, con stimoli assolutamente multisensoriali. Come ogni edizione non sono mancate le installazioni temporanee in luoghi d’eccezione e una speciale attenzione è stata rivolta alla street art, data la recente apertura del grande intervento La Tour Paris 13.

NUIT BLANCHE 2013_Cosebelle_00

Tra le tante immagini belle degli interventi proposti, un posto d’onore spetta alle oniriche nubi di vapore dell’artista giapponese Fujiko Nakaya: nata a Sapporo nel 1933 e formatasi negli Stati Uniti, è divenuta celebre in tutto il mondo per i suoi interventi ambientali, nei quali svela il lato magico dei più comuni eventi atmosferici, in primis la nebbia. Nella cornice di Place de la Republique, recentemente restituita alla città dopo un intervento di restauro, dal tardo pomeriggio di sabato fino all’alba di domenica 6 ottobre, i fortunati parigini e i turisti presenti in città hanno potuto sperimentare una modalità del tutto inedita di attraversamento dello spazio pubblico, muovendosi tra nuvole basse costantemente alimentate, luci e suoni. Suggestione garantita.

NUIT BLANCHE 2013_Cosebelle_01

NUIT BLANCHE 2013_Cosebelle_03

NUIT BLANCHE 2013_Cosebelle_05

NUIT BLANCHE 2013_Cosebelle_02

Per saperne di più sull’artista, date un’occhiata qui.

_
Photo credits: Marc Verhille / Mairie de Paris. Tutte le foto sono estratte dal profilo Google+ di Mairie de Paris.