Noisiamoinfinito_Cosebelle_01

Non dev’essere facile essere un liceale in America, almeno stando a quanto ci continuano a raccontare seie tv e lungometraggi prodotti negli States. Da Carrie di Brian De Palma al toccante Elephant di Gus Van Sant passando per Dawson’s Creek e Buffy l’Ammazzavampiri sembra che le superiori siano state inventate per incasinare le menti già tormentate dagli exploit ormonali degli adolescenti d’oltreoceano.

Noisiamoinfinito_Cosebelle_02

Esistono delle figure topiche: lo sfigato, la cheerleader, il quarterback, la ragazza anticonformista. Mischiate pure le carte e otterrete sempre lo stesso risultato: tonnellate di vergogna per i due estremi del gruppo e tanto sesso e popolarità per i mediani. Fortunatamente il teorema vuole che sempre si verifichi un momento di gloria, durante il quale lo sfigato e la ragazza punk prendono il comando, ottengono il proprio riscatto mortificando la vanità degli elementi di successo o più semplicemente comprendono come va il mondo, e escono dall’inquadratura tenendosi per mano.

Noisiamoinfinito_Cosebelle_03

Noi siamo infinito è una splendida variante sul tema suddetto. Tratto dal meraviglioso libro di Stephen Chbosky, Ragazzo da parete, il film racconta la solitudine e il disagio di Charlie, aspirante scrittore in un liceo di provincia americano e per questo oggetto di scherno e angheria da parte dei ragazzi più grandi. Mentre i coetanei semplicemente lo ignorano.

Noisiamoinfinito_Cosebelle_04

Fortuna vuole che i simili vadano coi simili e non ci vuol molto perchè Charlie venga inglobato nel gruppo di sociopatici della scuola, composto da un dandy omosessuale (lo splendido Ezra Miller) e una romantica ninfomane amante degli Smiths (la non più maghetta Emma Watson). Ci saranno rivelazioni, amori, compilation musicali e oltre a questo la perfetta descrizione dell’uscita da una solitudine della mente, dello svanire di un’illusione così simile alla follia e che invece altro non è che – ahimè – la crescita.

Noisiamoinfinito_Cosebelle_05

Una colonna sonora stupenda, interpreti meravigliosi, per un film che allenta gli accordi del clichè con spietato realismo facendoci provare una bruciante nostalgia per un tempo che è, irrimediabilmente, perduto.

Noisiamoinfinito_Cosebelle_06

Quando la morte non esiste, l’amicizia fa tremare più dell’amore e ci si sente immortali, pronti a tutto, atomi nell’universo, insomma, infiniti.