nike hawaii_cosebelle magazine_01

Ci sono due tipi di persone: chi sogna di andare alle Hawaii e chi è andato alle Hawaii. I primi invidiano i secondi e li tediano con quesiti sulla verità dei luoghi comuni più conosciuti: surfisti, collane di fiori offerte ad ogni angolo e la possibilità di vivere scalzi.

Vivere scalzi. Praticamente il girone infernale di quelli che hanno passato anni tra fabbriche ed uffici stile contribuendo ad aumentare consumismo e bisogni per niente primari. A vederla così altro che inferno, questo è il paradiso e qualcuno dovrebbe proprio regalarmi una vacanza alle Hawaii dove disintossicarmi da suole, pellami, campagne pubblicitarie e redattori.

nike hawaii_cosebelle magazine_00 nike hawaii_cosebelle magazine_03

Nell’attesa di questo viaggio-premio (che non arriverà), le nuove Nike ricoperte di fiori tropicali e colori sgargianti possono servire come consolazione temporanea. Il trio Hawaiian Collection sarà nei negozi a partire da domani e prevede due modelli da uomo ed uno da donna ma a dire la verità tutta questa differenza non la vedo, anzi sono convinta che i tre pattern possano definirsi unisex.

Oltre ad essere belle, queste scarpe mi ispirano almeno una prova ai piedi per la tecnologia con cui sono prodotte: grazie al brevetto Hyperfuse le varie parti che compongono la tomaia non vengono cucite insieme ma fuse con un macchinario che usando calore e pressione unisce tomaia esterna, rete traspirante e fodera interna per farli diventare un unico materiale tanto durevole quanto morbido che si presta meglio di qualsiasi altro al contatto con il piede nudo senza l’uso di calzini. Non c’è solo questo, sono anche delle sneaker leggerissime grazie alla suola Solarsoft composta da due tipi di schiuma iniettata in punti diversi: sotto all’arco plantare c’è il materiale più soffice che garantisce comodità ed attutisce gli urti, mentre a contatto con il suolo la tipologia di gomma è più dura e serve per assicurare durabilità alla scarpa.

nike hawaii_cosebelle magazine_02 nike hawaii_cosebelle magazine_01