In autunno il parco chiude al tramonto“. Vi è mai capitato di leggere cartelli come questo in Italia? Nella città giapponese di Kuwana esiste un giardino botanico, il Nabana no Sato, eccezionalmente aperto oltre l’orario consueto, da novembre a marzo. Quando la luce naturale non è più sufficiente per apprezzare colori e forme delle specie arboree conservate a terra e nelle serre, i visitatori possono restare nel parco: dall’imbrunire a notte fonda largo ad uno straordinario paesaggio temporaneo di luce. Circa sei milioni di LED concorrono ogni anno a realizzare un ambiente magico, incrementando tra l’altro il numero di fruitori proprio nel periodo dell’anno in cui le ore di insolazione sono ridotte. Le luci occupano una superficie complessiva di 8.000 metri quadri e  l’allestimento coinvolge giardini, siepi, ma anche la cappella e il lago del Nabana no Sato. All’orizzonte non manca neppure il profilo del monte Fuji, mentre il “Tunnel of lights” è uno percorsi più amati dell’intera installazione. Del resto, perchè accontentarsi di percepire un’unica, flebile, luce in fondo al tunnel, quando puoi attraversarne uno così?!


Se l’idea di vi piace, ma il Giappone resta inesorabilmente distante per una gita fuori porta, niente paura: è partita il 3 Novembre la nuova edizione di Luci d’Artista a Torino (nel centro città, fino al 13 Gennaio 2013 ), mentre Lione dal 6 al 9 Dicembre ospita la magnifica Fête des Lumières.

Photo credits: x1r8 e Jake Jung
(Le immagini si riferiscono all’edizione in corso e a quelle precedenti)