Le materie scientifiche non sono mai state il mio forte. “Non c’è niente da inventare” dicevo, tra un’equazione e una lezione sui minerali. Molti anni dopo non ho cambiato opinione sulla geologia, ma sul fatto che nella natura non ci sia niente da inventare, forse, un po’ sì.

hinemizushima_cosebelle_01hinemizushima_cosebelle_02hinemizushima_cosebelle_03 hinemizushima_cosebelle_04

Si potrebbe andare tutti quanti al Museo di Storia Innaturale, ad esempio, a vedere come stanno le bestie non tanto feroci, ma di sicuro improbabili, di Hine Mizushima. Nelle provette e nelle teche che ricordano le aule di scienze del liceo e i musei, infatti, si trovano modelli anatomici alternativi, strani insetti, amebe e parameci giganteschi e persino dei piccoli ectoplasmi in provetta. Tutto, rigorosamente, fatto di feltro.

hinemizushima_cosebelle_05hinemizushima_cosebelle_06 hinemizushima_cosebelle_07

Sono proprio i pupazzi e le creature fatte a mano, infatti, che hanno reso famosa Hine. Originaria del Giappone ma trapiantata a Vancouver, questa poliedrica artista crea curiosi cappelli, bambole e creature marine, oltre ad essere illustratrice e videomaker (numerose le collaborazioni con il gruppo They Might Be Giants).

hinemizushima_cosebelle_09 hinemizushima_cosebelle_08 hinemizushima_cosebelle_11

Per chi volesse avere un ectoplasma sul comodino, un polipo surreale incorniciato o una mini-fotocamera vintage fatta di feltro e bottoni, c’è poi lo shop online su Etsy, di cui Hine è featured seller. Perfetto per chi vuole prendersi una ripicca e trasformare il muro di casa nell’aula di scienze che avete sempre sognato. Ovvero l’aula di arte.

hinemizushima_cosebelle_10 hinemizushima_cosebelle_13 hinemizushima_cosebelle-14