Esistono tanti mondi che non riusciamo a vedere e nemmeno ad immaginare, presi come siamo a rincorrere l’ultimo tram per non arrivare in ritardo, a rispondere alle email appena arrivano, a rifuggire il tempo vuoto, quello che si dovrebbe passare senza fare niente, immersi e persi nei propri pensieri. Eppure qualcuno che vede altri mondi c’è. In particolare c’é un artista, si chiama Ben Rubin, che, mentre viaggia in metropolitana da Brooklyn a Manhattan, da casa al lavoro, vede passeggeri diversi rispetto a quelli a cui siamo abituati. Infatti Ben vede dei mostri: che spiano il giornale del passeggero di fianco, che ne mangiano uno che dorme e ne abbracciano un altro che semplicemente aspetta. È un bel mondo, quello di Ben. Che ha una pagina Facebook e un account Instagram. Ma anche un sito su cui è possibile acquistare i mostri originali dell’artista.

Ben Rubin ha cominciato questo progetto per combattere la noia del lungo viaggio nella pancia di New York. Forse anche grazie a questo progetto oggi Ben ha una sua agenzia creativa, The Mint Farm, e non è più costretto a prendere la metropolitana – continua comunque a popolarla di mostri, quando gli capita. Ma ormai il velo è squarciato e  lo sappiamo anche noi che seduto di fianco alla vecchietta con la spesa c’è un mostruoso polpo gigante e blu elettrico che, con uno dei suoi tanti tentacoli, l’aiuta a tenere le borse. Probabilmente la accompagnerà fino a casa. E lei, per ringraziarlo, gli offrirà un buon tè caldo.