misteriosicortiliinterni_cosebelle00

Broadgate, Liverpool St, Londra

Abbiamo già parlato una volta di come sia interessante visitare alcune delle stazioni ferroviarie di Londra: fingendo una giusta dose di fretta e rivolgendo di quando in quando l’occhio all’orologio, ci si può mimetizzare tra la folla dei viaggiatori e godersi architetture, negozi, e persone come e meglio che per strada, e al riparo dalle intemperie.

misteriosicortiliinterni_cosebelle01

Broadgate, Liverpool St, Londra

Liverpool Street Station è grande e piena di vita, ma una volta per caso ho ficcato il naso e allungato il passo nell’isolato adiacente, che si chiama Broadgate. E ho scoperto un oiccolo mondo. Un ampio complesso di uffici, tra alte pareti di muratura e vetro che tengono fuori il rumore cittadino e racchiudono uno spazio quasi surreale, quasi metafisico nella nitidezza delle superfici marmoree e nell’improvvisa quiete, che contrasta col via vai e col continuum sonoro della vicina stazione.

misteriosicortiliinterni_cosebelle02

Broadgate, Liverpool St, Londra

L’acqua scorre silenziosa tra i sassi di una fontana, e una donna dalle lucide forme rotonde di marmo nero si adagia sulle sue rive, come una ninfa grassottella e paciosa.
C’è un bar dove sorseggiare una bibita meditando sulla vita e sull’universo; e col freddo, una pista di pattinaggio dove scorrere lievi sul ghiaccio purissimo dell’inverno londinese.
La vita è come una serie di cortili nascosti: non sai mai quello che ti capita.

misteriosicortiliinterni_cosebelle03

Broadgate, Liverpool St, Londra