Cosa ci fanno gli street artist Andrea Casciu, Corn 79, Etnik, Joys, Jair Martinez, Moneyless, Neve, Orion, Peeta, Seacreative, Skan, Urbansolid e Yama11 in una struttura di 13 piani, vicino alla stazione ferroviaria di Milano Centrale? Le loro opere sono diventate il “punto di forza” di NYX Milan, il nuovo albergo, di proprietà della Leonardo Hotels, che ha appena aperto nel capoluogo lombardo. Unico nel suo genere in Italia, propone una formula che combina accoglienza informale e arte contemporanea.

Street art in hotel, lo stile cambia piano dopo piano

La street art è parte integrante del progetto complessivo: il contributo dei 13 artisti, infatti, è stato curato in maniera capillare. A ciascuno è stato affidato un livello e uno spazio preciso. Come prevedibile, il registro cambia piano per piano: dalla stile provocatorio della street art scultorea del duo UrbanSolid, di base proprio nel capoluogo lombardo, ai graffiti 3D realizzati da Yama11, Peeta e Joys della EAD Crew, solo per citare alcune opere.

NYX Hotel Milan. undicesimo piano: l’opera di Jair Martinez © Marco Curatolo LAB C3

NYX Hotel Milan, quarto piano: l’opera di Seacreative © Marco Curatolo LAB C3

Passata dalla dimensione urbana a quella più raccolta delle gallerie d’arte, la street acquisisce in questo progetto un’ulteriore identità, divenendo una presenza essenziale del nuovo concept hotel. L’operazione è il risultato della direzione artistica dell’israeliana Iris Barak e di Question Mark – Galleria di Arte Diffusa, una realtà fondata da Daniele Decia e Stefania Sarri nel 2015. Insieme hanno selezionati i partecipanti, incoraggiandoli a manifestare la propria cifra stilistica liberamente.

Dopo Israele e Praga, l’esordio in Italia

Secondo una denominazione già coniata negli altri NYX Hotels, tutti contraddistinti da un tema guida legato al “ritmo” della città di inserimento, gli ospiti sono “city lovers”. A Milano, a loro disposizione ci sono stanze che variano da 15/18 mq, fino ai 36 mq della suite, per un totale di 299 sistemazioni. L’arredamento, sobrio e informale, contraddistingue le camere e gli spazi comuni. La terrazza panoramica ospita l’intervento di Neve; l’area ristorante-bar-lounge può diventare un club, in occasione di eventi.

NYX Hotel Milan, ingresso: l’opera di Joys & Peeta © Marco Curatolo LAB C3

NYX Hotel Milan, nono piano: l’opera di Peeta © Marco Curatolo LAB C3

Già sperimentato a Praga, Tel Aviv e Herzliya – città collocata lungo la costa israeliana – il format NYX, oltre che sulla personalizzazione, punta a rafforzare le connessioni con le città di inserimento mediante una precisa scelta sul fronte del personale. Tutti gli operatori, infatti, sono invitati a evitare un approccio convenzionale e distaccato nei confronti la clientela e a fornire ai “city lovers” consigli stimolanti, oltre i soliti “must see”. L’NYX Milan diventerà un indirizzo di punta in occasione dell’ormai imminente Milano Design Week? Tenetelo a mente, insieme ai 4 nuovi indirizzi per la sperimentazione e l’innovazione che abbiamo selezionato nei mesi scorsi.

 

NYX Milan

Dove: Piazza IV Novembre 3, 20124 Milano
Info&Prezzi: Website
Cover: NYX Hotel Milan, decimo piano. L’opera di Skan © Marco Curatolo LAB C3