miista-cosebelle magazine-00

Da incapace disegnatrice e mente creativa limitata a pochissimi ambiti, ho sempre pensato che desiderare di essere il designer che rompe le regole ed allontana le convenzioni fosse il sogno di ogni studente di moda. E’ un sogno grande ma se ti poni un obiettivo facilmente arrivabile non finisce che ti senti legittimato a prendertela comoda?! Prendiamo ad esempio Alexander McQueen, Vivienne Westwood e Philip Treacy. Chi crede che abbiano cominciato con il desiderio di piacere a tutti seguendo le convenzionali regole della moda?! Nessuno. Perchè le menti geniali prendono quello che c’è, lo studiano, lo smontano e poi rimettono insieme i pezzi nel modo più inaspettato. (Che i tre geni presi ad esempio siano esplosi in UK non si può proprio dire che sia solo un caso)

miista-cosebelle magazine-08

miista-cosebelle magazine-07

Tutto questo per annunciare che Walking in my shoes torna nell’adorata Londra ancora una volta, incubatore per eccellenza di menti che non si fermano alle apparenze, che sanno osare creando tendenze e che generano non solo mode ma vere e proprie correnti poi seguite in tutto il mondo.

Parliamo di Miista, brand inglese fondato nel 2010 dalla spagnola Laura Villasenin che ha trovato a Londra la sua casa e nel quartiere di Hackney la libertà di espressione di cui aveva bisogno.

miista-cosebelle magazine-05

miista-cosebelle magazine-06

Nei negozi dalla Primavera/Estate 2011, le calzature Miista piaceranno a voi e al vostro portafoglio perché fin da subito Laura Villasenin ha voluto mettere sul mercato una collezione dallo stile cutting edge ma con un prezzo democratico (la collezione estiva va da un minimo di 100£ ad un massimo di 200£).

Non c’è una tipologia di donna a cui sono dedicate queste scarpe nè un’età di riferimento perchè l’aspetto più importante è che le calzature Miista sono pensate e create per headstrong women che condividono i tre capisaldi del marchio: indipendenza, irriverenza e curiosità.

miista-cosebelle magazine-04 miista-cosebelle magazine-03

Tutte le calzature Miista sono fatte di elementi apparentemente incompatibili, fuori dalle convenzioni estetiche dettate dalla moda e ricche di dettagli inaspettati. La collezione PE 2013 chiamata Electromancer è ispirata al cielo e alla luce: il primo ha lasciato traccia nelle stampe utilizzate per le tomaie che richiamano nebulose, stelle e strutture cristalline, mentre la seconda è protagonista grazie ai pellami laminati e ai tacchi trasparenti.

miista-cosebelle magazine-02 miista-cosebelle magazine-01