Il trend della maschere monouso continua inarrestabile e torno a parlarne ciclicamente perché, fortunatamente, le nuove uscite  sono tante e tutte comode ed economiche da provare. Rispetto al trend dell’anno scorso (sempre valido), la novità dell’anno è che le maschere monouso cominciano a prendersi cura anche della prevenzione dell’invecchiamento della pelle. Il grosso trend tra i migliori Youtuber americani, infatti, è l’uso di prodotti che rendano la pelle più elastica con una azione quasi rassodante. Diventano prodotti anti invecchiamento non solo le maschere viso, creme e sieri, ma anche i fondotinta e i primer. Il prodotto più chiacchierato? Un primer della Sisley, Double tenseur immédiat & long-terme, da usare prima del trucco, che compatta all’istante la pelle del viso. L’unico neo? Il costo, poco più di 100 euro.

Maschere viso, nuove alleate dell’elasticità della pelle

Torniamo allora alle maschere con 3 opzioni fresche fresche sul mercato italiano, le trovate da Sephora e sono i nuovi arrivi dedicati alla skincare.

Iniziamo da un brand di cui ho già parlato molto, Tony Moly ha sempre il packaging più attraente per gli acquisti compulsivi. Le nuove maschere si chiamano Jelly Mask sheet, sono sempre in tessuto leggero, ma il prodotto non è più in formato liquido, ma gelatinoso. Molto più comoda e con meno rischio che scivoli via. La versione antirughe e rassodante è all’uva, ma non ha odore ed è completamente trasparente. Posizionatela sul viso pulito per 15-20 minuti e lasciate agire. Unico contro: il prodotto è davvero tanto e ne rimane moltissimo nella confezione, distribuitelo anche su collo, décolleté e braccia. Una volta tolta la maschera non è finita, lasciate che il gel venga assorbito dalla pelle, non ci vorrà molto perché l’assorbimento è davvero rapido, e sì, la pelle sembra davvero più elastica e leggermente meno segnata dopo averla usata. Non aspettatevi i miracoli, considerate questo prodotto un sollievo momentaneo da ripetere con regolarità, magari una volta a settimana.

Due nuovi brand: Skinfood e Too cool for school

Le altre due maschere sono, invece, di due brand completamente nuovi per il mercato italiano. Skinfood è sempre coreana, il principio è quello di creare cibo per la pelle sfruttando gli ingredienti più comuni, miele, zucchero, frutta e verdura. Fra i tantissimi prodotti spicca questa maschera monouso ai mirtilli che rassoda la pelle e la nutre con i principi contenuti in questi frutti miracolosi. Stesso procedimento della versione Tony Moly: 15-20 minuti di posa, meglio se sdraiate e rilassate, e poi lasciate assorbire il prodotto.

L’ultima novità si chiama Egg cream mask ed è della Too cool for school, brand made in New York city. Packaging davvero inusuale e divertente per prodotti che riguardano make up e skincare. Con la Egg cream mask torna la consistenza un po’ gelatinosa, ma l’obiettivo è sempre lo stesso: idratare a fondo per una azione d’urto contro rughe e invecchiamento. Stessa procedura: viso pulito, maschera su per 20 minuti, una volta tolta massaggiate il residuo di prodotto e lasciate assorbire.

In conclusione: funzionano?

Le tre maschere monouso sono praticamente equivalenti, comode, soprattutto da portare in viaggio, e diventano un rituale importante da fare ogni settimana: staccate per 20 minuti da tutto e tutti, sdraiatevi sul divano e spegnete il telefono. Vanno bene per ogni tipo di pelle e sì, si vedono davvero i miglioramenti davvero dopo l’applicazione. Non è, però, un effetto permanente, ovvio. Non cancella le rughe, non aspettatevi i miracoli, ma se usate questo tipo di maschere con regolarità vi abitua a prendervi cura di voi e a lavorare sul fronte idratazione. Perché una pelle ben idratata, anche d’estate, (e ben protetta dai raggi solari, aggiungo io) invecchia molto più tardi.