Ed è subito Ottanta.

Quando il trucco fa viaggiare nel tempo.

L’uso dei mascara colorati al di sopra dei 15 anni dovrebbe essere punibile per legge, a meno che non si viaggi nel tempo e si sia ritornate al 1985 a bordo di una Delorean. L’unica altra possibilità per riproporre il mascara colorato nel 2011 è chiaramente la scelta chic, che più chic non si può: Yves Saint Laurent. Sì, ancora lui.

Come già anticipato tempo fa il colore è ritornato nelle collezioni di Yves Saint Laurent in punta di piedi, partendo con un intenso borgogna nella stagione invernale, per poi sprigionare tutta la meraviglia del colore nel mascara viola primaverile. Non aspettatevi flash colorati quando sbattete le ciglia (non esageriamo), ma una colorazione elegante che, associata ad un mascara dalle prestazioni regali, rende anche il trucco più semplice una vera magia.

La conversione al mascara colorato si è completata quando, nella stessa collezione primaverile, ha fatto capolino un verde petrolio sontuoso, per nulla pacchiano e capace di valorizzare gli occhi di ogni colore, ma soprattutto capace di stendersi unifromemente sulle ciglia senza sbriciolarsi o spargersi per le palpebre.

Sono in uscita anche i mascara colorati della Pupa, ma, al contrario della elegantona francese, la casa cosmetica italiana ha puntato sulle giovanissime sparando un set di colori vibranti e accesi, arancione e rosso compreso, con un borgogna del tutto simile al primo arrivato.

L’uso del  colore sulle ciglia pare, apparentemente, sdoganato, ma mi raccomando, non esagerate: di  Jem delle Holograms ne basta una nella storiografia mondiale.