Per chi non ne avesse ancora abbastanza di dolci, dolcetti, e frutta secca!

O per chi, semplicemente, ne avesse ancora in gran quantità da smaltire, ecco un’idea facile e davvero tanto gustosa per far felici tutti in casa! Chi non ha mai assaggiato quelle deliziose mandorle pralinate che si trovano in ogni festa di paese, fiera o luna park che si rispetti?

La ricetta è così semplice e veloce, e impossibile da fallire, che sarà difficile non cedere alla tentazione di provarla subito:

Ingredienti

250 g di mandorle (o arachidi o nocciole purché non pelate)

250 g di zucchero

¾ di tazzina d’acqua

1 cucchiaino di lievito per dolci

vanillina

Procedimento

In una padella antiaderente di medie dimensioni riporre tutti gli ingredienti insieme. Porre sul fornello a fuoco medio. Con un cucchiaio di legno mescolare delicatamente, in continuazione, evitando che lo zucchero si attacchi al fondo e si bruci. Dapprima si noterà una sorta di bollore dello zucchero, che gradualmente tenderà a scurirsi e a rapprendersi attorno alle mandorle. Quando sarà quasi completamente rappreso inizierà velocemente a sbriciolarsi e a trasformarsi in una granella fine dal colore leggermente bruno. Continuare a mescolare.

Dopo qualche minuto si noterà che sul fondo della padella la granella, venutasi a formare, inizierà a sciogliersi assumendo un colore ambrato scuro. A questo punto è necessario mescolare velocemente e abbassare la fiamma per evitare che lo zucchero si sciolga troppo velocemente e si trasformi in caramello. Infatti la caratteristica crosticina granulosa attorno alle mandorle deve formarsi lentamente e risultare croccante, ma non dura. Le mandorle dovranno risultare ben separate fra loro.

Una volta che tutto lo zuccherò si sarà attaccato alle mandorle, spegnere il fuoco e riporre le mandorle in una ciotola coperta da carta forno.

Una volta raffreddate potranno essere consumate subito o, se ne dovessero avanzare, riposte in un sacchetto di cellophane.