VARSAVIA

La mia prima volta a Varsavia.
Sono arrivata in una bufera di neve, ancora mi chiedo come l’aereo abbia potuto atterrare (i polacchi sanno il fatto loro in caso di neve), il termometro segnava -25 e l’unico pensiero possibile era, trovare un riparo. Le facce tristi e un po’ scorbutiche intorno a me, hanno confermato che, la mia necessità, era un po’ il pensiero comune (ma del resto come biasimarli).

Rifugio n° 1:
Centre for Contemporary Art Ujazdowski Castle
ul. Jazdów 2, 00-467 Warsaw, Poland

Rifugio n° 2:
Fabryka Trzciny

Un’intera fabbrica trasformata in centro culturale con teatro, bar, sale concerto, night club, galleria d’arte…questo è solo uno dei luoghi così strutturati della città. Quanto lo vorrei a Milano…

La mia seconda volta a Varsavia. (anzi Warszawa)
Il sole è arrivato anche quì e, stento a crederci, è addirittura caldo. Niente più rifugi, niente più luoghi chiusi, mi addentro nella città…non può essere solo vialoni a quattro corsie, grandi palazzi e hotel di lusso.
La linea di confine è il fiume, la Vistola, oltre il quale si apre un mondo: un quartiere chiamato Praga.

Formato da altri piccoli quartieri (il più famoso è Saska Kępa), la Praga, è il vero cuore pulsante della città e anche l’unica area uscita incolume dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. La zona fu presa d’assalto da immigrati, nullatenenti, ubriaconi, era il quartire popolare e anche il più pericoloso della città. Ancora oggi gli abitanti di Varsavia lo ritengono tale, nonostante molte gallerie, studi di design, studi d’artista, bar, negozi si siano trasferiti li. Addirittura Roman Polanki ha scelto di ambientare, proprio nella Praga, “il Pianista”.

Un’altra caratteristica che non può passare inosservata in città, soprattutto nel quartiere Praga è la Street Art, interi muri, intere facciate dei palazzi sono ricoperti da veri e propri dipinti dei più famosi street artist internazionali e non solo.
Ad esempio:

Infine i festival e i concerti estivi si sprecano, ne consigliamo solo alcuni:
24 giugno 2011 Arcade Fire al Torwar

29 – 31 Luglio 2011 – AUDIO RIVER