Cosebelle_Lupus in Fabula_Moda_Bimbo_00

Un’amica brava. Che ha iniziato una nuova avventura. Una cosabella. Un altro esempio di come una mamma trae spunto dal proprio bimbo per mettersi in gioco, pensando a lui.

Due chiacchiere con Alice Battaglia, disegnatrice di abiti e scarpe per bambini (guai a chiamarla stilista, lei preferisce definirsi così), da poco fondatrice del marchio Lupus in Fabula.

Cosebelle_Lupus in fabula_Moda_Bimbo_01

Cosebelle: “Partiamo dall’idea. Da dove tutto ha avuto inizio.”

Alice: “Ho in mente questo progetto da un paio d’anni. Avevo voglia di esprimere quello che sono, perché quando lavori e disegni per altri, la creatività è sempre molto limitata e limitante. Poi sono rimasta incinta, e l’idea è rimasta lì, in stand-by. Lupo è nato circa due anni fa, ed è proprio lui ad avermi dato l’energia e il coraggio di dire: adesso è il momento di iniziare sul serio. Inizialmente sapevo solo di voler disegnare una collezione per bambini, ma l’esperienza con mio figlio mi ha fatto capire su cosa dovevo puntare: la qualità. Nella maglieria è sempre molto difficile trovare un capo fatto come si deve, con i materiali adatti, se si guarda ai marchi medio/alti. Ho messo insieme i pezzi, e subito ho deciso su cosa puntare.”

Cosebelle: “Descrivici la tua prima collezione.”

Alice: “Amo il colore. Mi piace accostare tonalità differenti, giocare con le righe e i pois. Il divertimento è stata la ricerca della filatoria giusta, quella con la cartella colori più ampia possibile. I filati che utilizzo sono naturali al 100%, irrestringibili e a prova di tutti i lavaggi. Per me la cosa più importante di Lupus in Fabula è la qualità del filato, è il mio marchio di fabbrica. E la realizzazione Made in Italy, ovvio. Parlando dei modelli, punto molto sulle tutine da bebè, solitamente molto difficili da trovare; sono una mamma, e so bene cosa significhi tenere caldo un bimbo piccolo. Non ho mai trovato una tutina prodotta come volevo io. Quindi, me la sono disegnata da sola.”

Cosebelle_Lupus in fabula_Moda_Bimbo_02

Cosebelle: “Come/dove immagini Lupus in Fabula tra cinque e tra dieci anni?”

Alice: “Tra 5 anni spero di essere riuscita a raggiungere l’internazionalità online e al dettaglio. Tra 10 vorrei essere un marchio di riferimento per la maglieria made in Italy, che si distingua dal resto per il suo carattere, e vestire bimbi, mamme e papà!”

Cosebelle: “Dove si trovano i capi?”

Alice: “Ho pensato subito all’e-commerce: le mamme d’oggi non hanno mai molto tempo di girare per negozi, oppure se lo fanno, non amano portare con sé i propri bambini. Ho scelto il web per questo. E parlando del sito, è stato tutto pensato e realizzato da me.  Lupus in Fabula sono io, al 100%. Nei prossimi mesi, si potranno trovare le mie creazioni anche in qualche manifestazione milanese: a novembre sarò all’Associazione Amici della Fondazione Floriani, vendita in cui tutto il ricavato andrà in beneficenz; a dicembre parteciperò al Chiostro in Fiera al Museo Diocesano, per la Mostra di Alto Artigianato.”

Cosebelle_Lupus in fabula_Moda_Bimbo_03

Cosebelle: “Raccontaci la tua giornata ideale: con quale canzone deve iniziare? Con quale pensiero vai a dormire?”

Alice: “La mia giornata ideale comincia con la canzone “Man in the mirror” di Michael Jackson. Vado a dormire pensando “speriamo che domani ci sia il sole!”

Cosebelle: “Quale è per te una Cosabella?”

Alice: “Il sorriso di mio figlio.”

Pics credit: Tosca Bua

Thanks to: Valentina Dalla Costa