L’8 marzo quest’anno si legge in maniera differente: #Lottomarzo, infatti, è l’hashtag ufficiale per lanciare lo sciopero globale di tutte le donne nella tradizionale giornata a loro dedicata. Niente mimose, niente auguri o serate a tema nelle pizzerie: lottomarzo quest’anno significa che è stato proclamato uno sciopero in ben 40 Paesi nel mondo, Italia compresa (finalmente). Uno sciopero femminista promosso dalle donne per le donne, tutte unite in un unico fronte comune e intersezionale.

Questa è una mobilitazione contro le discriminazioni e la violenza di genere, ma il femminismo protagonista di questo #lottomarzo comprende tutte le minoranze, le difende dai soprusi e agisce contro il razzismo, il sessismo e l’omotransfobia.

In Italia c’è in prima linea il collettivo Nonunadimeno che da mesi programma questa giornata nei minimi particolari. Si sta lavorando ad un piano femminista contro la violenza di genere, ma intanto l’8 marzo tutte le donne sono invitate a partecipare allo sciopero perché unite siamo più forti.
Bisogna dire no ai soprusi, alle disuguaglianze e insegnare fin da subito a bambine e bambini anche nelle scuole che il rispetto e l’uguaglianza sono valori necessari per una società moderna. Bisogna dire no al lavoro eternamente precario o eternamente gratuito, non alle disuguaglianze e al sessismo sul luogo di lavoro e nella vita di tutti i giorni. Bisogna difendere i nostri diritti riproduttivi ed è più urgente che mai farlo. Impariamo a celebrare una festa della donna che ci renda protagoniste, chiediamo quello che ci spetta e puntiamo a creare un legame con tutti coloro che subiscono una discriminazione.

E per dire a tutti che questi temi sono priorità, anzi urgenze, incrociamo le braccia: se non valgo allora non produco. Nelle parole di Nonunadimeno

Se le nostre vite non valgono, noi scioperiamo.

Semplice no?

L’invito allora è quello di partecipare agli scioperi indetti dalle maggiori sigle sindacali, indossate nero e fucsia (rosso nella versione americana della manifestazione, A day without a woman), i colori simbolo di questa giornata, e cercate la manifestazione più vicina a voi nella mappa creata da Nonunadimeno.

Se non avete la possibilità di scioperare, se siete freelance o per qualsiasi altro impedimento non rinunciate a mostrare solidarietà, Lottomarzo è di tutte le donne.

Femminismo vuol dire avere la libertà di scegliere come e quando aderire e le azioni di protesta possibili sono tantissime.

Il movimento americano, per esempio, lo stesso della Women’s march di Washington di Gennaio, suggerisce:

  • non comprare per un giorno, ad eccezione dei marchi e dell’artigianato al femminile,
  • niente faccende di casa
  • condividere hashtag
  • condividete le news delle manifestazioni
  • condividete una citazione che possa rivelarsi importante anche solo per un altra donna
  • fate una donazione ad una associazione che si prenda cura delle donne e delle minoranze

Insomma: partecipate nella maniera che preferite e coinvolgete anche gli uomini e tutte le persone che hanno a cuore il nostro futuro e quello dei nostri figli.
È arrivato il momento di agire, buon Lottomarzo a voi!

 

A tutte le donne, Alda Merini

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l’emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d’amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d’amore.

Per maggiori informazioni

Nonunadimeno
A day without a woman
Strike4repeal
Ni una menos