È iniziato il conto alla rovescia verso il Natale, ma io mi sono ritagliata un po’ di tempo per vivere questi ultimi giorni d’autunno attraverso il mirino della mia nuova Lomo Instant.

Per gli amanti della fotografia istantanea e delle foto a pellicola, che trovano un po’ limitanti le simpatiche macchine istantanee già in commercio, la macchina targata Lomo potrebbe essere un perfetto regalo per il Natale in arrivo perché ha alcune funzionalità che non sono così comuni!

La nostra review

Partiamo dal packaging, che è decisamente bello da vedere e coinvolgente da aprire, per godersi ogni secondo dello spacchettamento: la scatola contiene, oltre alla macchina fotografica, tre lenti da montare all’obiettivo fisso (una fisheye, una portrait e una macro dotati di tappi), il libretto di istruzioni (assolutamente da consultare per un utilizzo corretto e al 100% della Lomo Instant), una scatolina con le gelatine in plastica da utilizzare con il flash e un kit di piccole schede esempio sui diversi settaggi possibili della macchina per stimolare la creatività dei fotografi.
Come tutte le Lomo, anche la Instant ha il corpo completamente in plastica; il design è retrò e dal sapore vintage, ottenuto anche grazie a linee molto squadrate. Nella parte frontale della macchina troviamo: l’obiettivo integrato fisso da 27mm, un grandangolare (cioè perfetto sia per fare panorami che fare inquadrature più ravvicinate perché ha una buona messa a fuoco) su cui montare le lenti aggiuntive; il piccolo flash con vetrino da utilizzare in combinazione con le gelatine e secondo tre diverse impostazioni, può essere sempre acceso, sempre spento oppure posizionato in modalità automatica spostando la levetta nella parte inferiore della macchina; un piccola ghiera per variare la compensazione dell’esposizione in 5 varianti (utile nelle giornate più nuvolose e molto assolate); il bottone di scatto, che più che un bottone è una levetta; il selettore della messa a fuoco con due possibilità di scelta; il tasto MX che permette di realizzare esposizioni multiple sullo stesso scatto e un piccolo specchietto, perfetto per i selfie che vanno tanto di moda. Sui fianchi ci sono: un selettore per scattare in modalità normale N o in modalità “bulb” B, funzionalità tipica delle reflex, che permette di decidere autonomamente il tempo di esposizione dello scatto; il vano per le batterie (4 pile AAA) per far funzionare la macchina. Sul retro ci sono solo il visore del mirino da cui poter inquadrare, anche se leggermente fuorviante perché posizionato a lato e senza la resa effettiva delle diverse lenti e lo slot per ricaricare le cartucce, le pellicole Instax Mini della Fujifilm che generano istantanee dal formato 64x42mm. L’impostazione di queste pellicole, come le classiche Polaroid di una volta, permette migliori risultati per scatti in verticale! Con le 3 lenti in dotazione ci si può davvero sbizzarrire: c’è l’immancabile fisheye, che ha un angolo di visione di 170° e scatta in modalità circolare – per capirci quelle foto tonde con intorno tutto il nero! Non poteva mancare la lente macro, che permette di fare dei close-up, cioè dei dettagli, mettendo a fuoco fino a 10cm dall’obiettivo e poi c’è la lente portrait, perfette per i ritratti.

In conclusione

Lomo Instant non è come tutte le classiche macchine fotografiche istantanee, ma è perfetta per chi ha un pochino di basi fotografiche e che vuole una fotocamera per svago e divertimento, per chi vuole sperimentare con filtri e obiettivi diversi da quello in dotazione. Utilissima per riscoprire la creatività “old school” e la bellezza della fotografia a pellicola, anche se il risultato è sviluppato al momento, la Lomo Instant non è una macchina fotografica professionale, ma è di sicuro una fotocamera adatta a chi vuole sperimentare un po’! Disponibile in tantissime e più o meno colorate edizioni, quasi tutte con le 3 lenti in kit o meno, la Lomo Instant è in conclusione, nonostante non sia sempre facilissimo scattare una buona foto (un po’ di pellicole andranno investite nelle prove e nelle sperimentazioni) una macchina divertente, curiosa e interessante!
La chicca: Lomo Instant allo stato embrionale era solo un progetto nato un paio di anni fa su Kickstarter, ma che ha fin da subito ha riscontrato un grande successo tra il pubblico, tanto da essere realizzato!