Aprite l’agenda e segnatevi le seguenti date.

Vi siete asciugati il sudore? Avete recuperato le energie dopo il primo appuntamento con il carnet di concerti e festivals del 2011? Bene, perché è giunto il momento di riprendere in mano calendario, penna e taccuino e aggiornarsi.

Continuo a segnalarvi quelli che, secondo me, sono eventi quasi imperdibili, sicuramente di cui approfittare, insomma…SIATECI!

Detto ciò, non posso fare a meno di notare- e lamentarmi- di come certi mesi siano talmente pieni di date interessanti da rischiare il (nostro) collasso economico, ed altri languano totalmente, o siano prerogativa di determinate categorie musicali.

A maggio, per esempio, o hai i capelli lunghi, ti vesti di nero e porti zeppe con la punta in metallo, o sei un portabandiera delle melodie del Bel Paese, fervido sostenitore del vessillo tricolore. Oppure parti.

Protagonisti di questo mese, infatti, sono innanzitutto gruppi metal di varia natura, estrazione e, soprattutto, dai vari prefissi: heavy/ symphonic/ fantasy- metal, ce n’è per tutti i gusti. Il 1 maggio il Pandemonium Over Europe Tour dei Kamelot debutterà ai Magazzini Generali di Milano (il gruppo merita di essere citato per il nome), mentre i Delain animeranno (nel vero senso della parola) l’Alcatraz la sera del 9 maggio. Per quanto mi riguarda gli Amon Amarth sono gli unici ad aver destato il mio interesse: grossi vikinghi svedesi, il 25 maggio al Limelight (MI) sembrerà di vedere una performance del dio Thor (senza martello).

Per fortuna, posso segnalarvi anche qualcosa di meno “duro”: a chi piacciono i ritmi folk, ma non il country né tantomeno i freakkettoni, consiglio il live di Billy Bragg. Dall’11 al 14 maggio il cantante e chitarrista inglese si esibirà al Circolo degli Artisti (Roma), allo Spazio 211 di Torino, al Bronson di Ravenna e al Teatro delle Muse di Ancona.

Per coloro che potranno varcare i confini nazionali, beh, dal 26 al 28 maggio Barcellona ospiterà il Primavera Sound Festival; fra gli artisti in programma troviamo i Pulp (riunitisi), The National e Mogwai.

Il ponte del 2 giugno, l’unico a quanto pare di questo 2011, potrà essere vissuto alla grande sia dagli amanti del rock, che da quelli dell’elettronica. I System of a Down tornano assieme! E per farlo hanno scelto il palco dell’Arena Concerti della Fiera di Rho (MI).

Stessa location, il 4 giugno, per il rinnovato Flippaut Festival, che dopo qualche anno torna come Flippaut Dance Reloaded, proponendo come headliners i Chemical Brothers in veste live- non il solito DJ Set- proprio come a Bologna nel 2003 (vi assicuro, da non perdere).

Anche il Rock in Idr(h)o si trasferisce, e per l’occasione adatta il nome al luogo, portando le folle di rockers a sentire Foo Fighters e Social Distortion- già confermati- proprio nell’Arena alle porte di Milano.

Luglio sembra omaggiare i tipici fan da lacrime e “strappaggio di capelli”, di ieri e di oggi. Coloro che si sono disperati per il sold out di Roger Waters ad aprile, avranno un’altra opportunità di sentire “The Wall” live, il 6 luglio al Mediolanum Forum (MI); tutte le (una volta) ragazzine urlanti per Mark, Robbie, Gary&co., invece, potranno continuare a sfogare le proprie corde vocali il 12 luglio allo Stadio San Siro (MI).

Attenti a non dare fondo alle vostre energie, l’estate è alle porte, almeno per me che scrivo, e in un mondo ideale mi piacerebbe trascorrerla campeggiando e festivaleggiando in giro per l’Europa. In un mondo reale, proverò a convincere voi a farlo (o almeno a presenziarne qualcuno).