La città vista al microscopio.

Questo progetto artistico l’ho conosciuto qualche anno fa, grazie ad un amico, e da allora ogni tanto, quando mi sento particolarmente sognatrice, mi ritrovo a sfogliare i post uno ad uno e ad immergermi nei mondi reali e fantastici allo stesso tempo di Little People.

Piccole persone, piccole scene che prendono vita in qualsiasi luogo del mondo, la città è vissuta ad una scala totalmente diversa da quella classica ed è come interpretata dalla mente di un bambino che non si stanca mai di giocare e cambiare scena (in questo caso scenografia) del gioco.

La parte romantica è quella di camminare per la città e sperare un giorno di trovarsi di fronte (o meglio sopra) uno dei mini-progetti di Slinkachu, indossando così per un momento quella lente di ingrandimento che avremmo tanto voluto da piccoli.

Ah soltanto una cosa, il tilt-shift esiste.