Leggere ti apre la mente.

Ci sono momenti in cui la tua mente cerca di tornare nel passato per scovare ricordi, momenti importanti e casi fortuiti del destino.

E allora perchè non fare il gambero tra i libri di architettura? Quelli che ti ricordi con affetto e che ti hanno, con qualche incantesimo, modificato la vista del futuro.

In rigoroso ordine temporale:

01 L’estetica dell’architettura – Roberto Masiero

L’estetica si interroga sui sensi e sulle sensazioni, è da stabilire come questi siano implicati con l’architettura.

quì

02 Architettura e disgiunzione – Bernard Tschumi

“Non c’è architettura senza evento, non c’è architettura senza azione, senza attività, senza funzione. Ho sempre considerato l’architettura come una combinazione di spazio, eventi e movimento, al di fuori di gerarchie o precedenze” (B. Tschumi).

quì

.
03 Pro Domo – Yona Friedman