Viso, parte uno.

Gli occhi sono a posto (avete letto le puntate precedenti?) e rimane all’incirca un minuto e mezzo di tempo, prima di essere ufficialmente in ritardo, per truccare il viso. Parole d’ordine: curare, coprire, cammuffare.

La premessa è che il mascherone è il male assoluto, nemmeno in Darth Vader c’è tanto male quanto in un mascherone da fondotinta e correttore, ragione per cui la donna sana e intelligente va di trucco leggero e oculato. Lo stucco è out.

La migliore garanzia per una buona base è l’idratazione, lo diceva anche Derek Zoolander; per idratare la pelle ci vogliono 30 secondi, una noce piccola di prodotto scelto per il nostro tipo di pelle e mano leggera.

Ogni tipo di pelle, mista, grassa, normale o secca che sia, ha bisogno di idratazione e ci sono molti prodotti sul mercato ottimi per lo scopo, si pensi alla linea Avène per le pelli sensibili, Hyseac per le pelli grasse (soprattutto l’emulsione opacizzante), ma a partire dal 7 giugno c’è anche una gradita novità: la linea skincare della Neve Cosmetics. L’obiettivo primo è l’eliminazione totale di siliconi, petrolati, parabeni e componenti animali, nonché cruelty-free. La scelta di cosmetici così puri può sembrare insensata all’inizio, ma, facciamo una riflessione banale e semplice, mettereste del petrolio sul vostro viso? Abbiamo provato in anteprima le tre varianti delle creme viso della Truccominerale, Esotica, Eterea e Sublime, e il risultato è stato più che soddisfacente: profumo gradevolissimo che batte gli odori chimici delle altre case cosmetiche, si assorbono molto velocemente e rendono ottimamente sul fronte idratazione. L’unica accortezza è che su pelli molto oleose la seppur ottima crema Eterea perde un po’ in potere opacizzante sul lungo termine, ma per una pelle che respira naturalmente è un prezzo giusto da pagare (e poi c’è la cipria per quello).

Eterea, Esotica e Sublime sono in vendita in offerta lancio a soli 8 euro l’una fino al 16 giugno sul sito di Neve Cosmetics, provare per credere.

To be continued…