Le ha avute lui, Helmut Smits.

Conoscere Helmut Smits prevede tre fasi: nella prima, ti innamori delle sue creazioni più immediate e leggere, geniali, come queste:

(opere: Rainbow e Skirting Board Sunset)

Nella seconda, scopri che oltre a bravo è pure socialmente impegnato, e che c’è tutto un mondo fatto di idee ironicamente amare, critiche verso la società moderna. Le tematiche più ricorrenti nelle opere di questo artista olandese sono infatti l’ecologia, il consumismo (i prodotti che appaiono più spesso sono non a caso Coca Cola e McDonald’s), lo spazio sempre più imponente occupato dalla pubblicità e la guerra.

Lui ha il potere di trasformare piccole cose che vediamo tutti i giorni in spunti creativi sorprendenti: i titoli ironici sono la chiave per dare un senso inaspettato ad immagini comuni.

Volete sapere cosa succede nella terza ed ultima fase? Lo odi, ovviamente: perchè tutte queste idee, così geniali e sorprendenti, è stato lui ad averle. Non tu.

(opere: City Tree, Territories, Fat M e Two Dead Trees Supporting a Living Tree)