Non c’è un solo modo per definire Bari: è stata (ed è tuttora) la Porta d’Oriente, sempre in equilibrio tra sacro e profano, è la città luminosa abbracciata dal mare, è odore di mare e vento di tramontana, è la città in cui “nessuno è straniero”, ma soprattutto è la città che con orgoglio ripete da decenni

Se Parigi avesse il mare sarebbe una piccola Bari

Non stupitevi, credeteci ciecamente. Un weekend a Bari potrebbe essere insolito anche solo da pensare, ma la realtà è che questa città saprà sorprendervi e volervi bene come mai avreste immaginato. C’è solo l’imbarazzo della scelta su come arrivarci: in treno sulla spettacolare linea adriatica, in macchina attraversando Tavoliere o Murge, in aereo atterrando nel nuovissimo aeroporto di Bari-Palese, comodità è la parola d’ordine. Per dormire sbizzarritevi su Airbnb, per esempio, oppure provate una scelta alternativa: nella vicina Molfetta un B&B letterario e per questo speciale, Il mulino di Amleto. Sarete a Bari in mezz’ora. E per tutto il resto? Noi di Cosebelle vi diciamo dove andare!

Guide belle Bari Giulia Zoavo per Cosebelle Magazine

Bari (Non solo) Mangiare

Bari vuol dire pesce e frutti di mare eccellenti, focaccia col pomodoro, inimitabile, e poi taralli, panzerotti, orecchiette, l’eccezionale vino pugliese, burrata e la ricotta forte (e forte non è un modo di dire!). Entrate nella zona antica della città, Bari Vecchia per i baresi, e tuffatevi in una realtà parallela fatta di banchetti che vendono le sgagliozze, quadretti di polenta fritta, e signore che preparano le orecchiette una ad una sui taglieri, i taralli e ogni altra specialità della zona. Lo street food non è mai stato così soddisfacente.

Panificio Fiore
La focaccia barese è unica: soffice, con pomodoro e olive, una poesia in ogni momento della giornata, persino a colazione! Il Panificio Fiore, a Bari Vecchia, è il tempio della focaccia, ma troverete ogni bontà della panificazione pugliese (calzone, frise, taralli di ogni sapore).

Pizzeria Dreher
Ancora Bari Vecchia, ma questa volta ci andiamo per i panzerotti fritti dalle temperature impossibili, classici con pomodoro e mozzarella, mi raccomando, accompagnati da una Peroni. Sarà una esperienza mistica.

Pasticceria Annamaria
Dopo tutto questo salato serve il dolce: tradizione prima di tutto per dolci strepitosi fatti ancora come una volta.

Bari (non solo) Bere

La ciclatera
Due sedi, una a Bari Vecchia piccola e deliziosa, e una, La ciclatera sotto il mare, sulla muraglia nel quartiere Murattiano per aperitivi e cocktail con vista mozzafiato sul lungomare.

Le Officine Clandestine
Buon cibo, ma soprattutto birre nel cuore di Piazza Mercantile. Tanta bella gente con cui parlare e una super attenzione ai particolari.

Bilabì
Amate le birre artigianali e avete voglia di girare anche il resto della città e non solo la zona più centrale? Bilabì è il posto che fa per voi: cibo dello chef Davide Panza e birre da gustare preparate con le migliori materie prime.

Bari (non solo) Bere e mangiare

Frulez
Un mix di prodotti tipici e nuove sperimentazioni per uno dei primi locali baresi ad offrire un ampissimo menù vegetariano e vegano, ideale per il pranzo, vicinissimo alla stazione e alle strade dello shopping barese.

Le giare
Quartiere Carrassi, Le Giare è il ristorante dello chef molfettese Antonio Bufi. Sperimentazione, sapori autentici, materie prime eccezionali.

Osteria Le Arpie
Se amate le osterie e il cibo praticamente fatto in casa andate a cercare Le Arpie nel cuore di Bari vecchia. Provate il famoso Riso, patate e cozze barese, le fave e cicorie, oppure i cavatelli col pomodoro fresco e la cacioricotta. Parola d’ordine? Convivialità.

Bari After 1am

Per bere bene girate per Bari Vecchia o passeggiate per il lunghissimo Corso Vittorio Emanuele, ad ogni angolo c’è una vineria o un locale da provare. Altrimenti seguite il lungomare e cercate un posto dove fermarvi in zona largo Adua, poco oltre il Teatro Margherita. Se vi sentite avventurosi c’è in zona il Chiringuito, mercato di pesce di giorno, istituzione dei baresi che vogliono bere una birra “ngann al mare” (in riva al mare) la sera. Se siete fan dei dolci dell’afterhour lasciate il centro e dirigetevi verso il Laboratorio Fanelli: prezzi bassissimi per cornetti e brioche “mondiali”!

Guide belle Bari Giulia Zoavo per Cosebelle Magazine

Inutile nasconderlo, i weekend sono fatti per mangiare, visitare posti nuovi e fare shopping! A Bari c’è tutto, le grandi catene e un sacco di posti davvero carini in cui fare affari. Basta solo esplorare la città.

Bari Abbigliamento

Sorrisi
Se cercate bei capi e tutti gli ultimi trend allontanatevi dal centro e affidatevi a Sorrisi, grandi marche, ma soprattutto tantissime chicche per ogni stile.

Bari Design

Puglia Design Store
Un esperimento di successo: siamo nella sala Murat in piazza del Ferrarese e questo è un progetto di valorizzazione della creatività di questa terra. Non solo un negozio, ma un vero e proprio viaggio tra i talenti pugliesi del design e dell’artigianato.

Bari eccetera

Kosmetika Point
La bioprofumeria più bella di Bari. Entrateci e sarà difficile uscirne, lo sappiamo, senza aver scoperto una nuova marca, un prodotto di cui non potrete più fare a meno e aver acquistato tutte le novità ecobio consigliate ottimamente dalle proprietarie. E non abbiate paura, c’è anche un comodissimo shopping online per quando avrete bisogno di acquistare a distanza.

New Record
Più che un negozio di dischi, New Record per Bari è un luogo storico in cui acquistare qualsiasi genere o perdersi tra i vinili da collezione. Favolosi i bollini con le mini recensioni su quasi tutti i dischi in esposizione.

Libreria Zaum
Narrativa italiana e straniera, libri per bambini e adolescenti, riviste ed editori indipendenti, libri scontati e un mini mercatino dell’usato, il tutto selezionato con cura dal team Zaum. Cosa volere di più?

Guide belle Bari Giulia Zoavo per Cosebelle Magazine

Il centro di Bari non dorme mai, passeggerete nel quartiere murattiano e a Bari Vecchia (non perdete largo Albicocca recentemente restaurato) incontrando i coloratissimi abitanti e tanti turisti ad ogni ora del giorno e della notte. Lasciatevi stregare dalla Basilica di San Nicola, la storia di Bari e del suo protettore (che si festeggia il 7/8/9 maggio), o la Cattedrale, ma Bari è anche fatta da periferie straordinarie: per esempio c’è il Parco 2 Giugno da vedere, uno dei polmoni verdi della città pieno di runner e cani per il relax del sabato mattina.

Lungomare
È praticamente infinito, inizia con delle spiagge in zona Fiera del Levante e prosegue per chilometri fino al Castello Svevo in tutta la sua magnificenza. Iniziate a percorrerlo a piedi più o meno da San Nicola e camminate verso il centro. Incontrerete il teatro Margherita e poi le panchine per sedersi con una fetta di focaccia calda e una birra fresca. Quando riprenderete a camminare continuate sempre dritto, fermatevi alla Pinacoteca di Bari, e poi proseguite verso l’altro polmone verde della città, il Parco di Punta Perotti.

Teatro Petruzzelli
Il gioiello, sembrava perso in un doloroso (e doloso) incendio nel 1991, ma è stato ricostruito esattamente come prima in tutto il suo splendore. Ci hanno girato Alberto Sordi e Monica Vitti (Polvere di Stelle), ci ha lavorato Zeffirelli, si sono esibiti Nureyev, Roberto Bolle, è una delle sedi del Bifest, il Bari international film festival, è teatro di una stagione lirica leggendaria e di moltissimi e concerti pop. Provate a consultare il programma nel periodo del vostro weekend, avrete l’occasione di incantarvi con i suoi interni.

La Chiesa Russa
Bari porta d’Oriente, dicevamo, Bari terra di confine, Bari luogo di fratellanza. Grande è il legame con le culture d’oriente, in particolare con quella ortodossa, anche grazie alla presenza di San Nicola. Andate a visitare la Chiesa Russa, uno splendore risalente agli inizi del XX secolo.

La Guida bella di Bari è in free download!

_____________________________________

Progetto grafico della nostra art director Giulia Zoavo.

Guida scritta in collaborazione con Danila Falsanisi.

Le altre Guide belle sono qui.