Due ragazze veneziane presentano ogni mese un evento tra l’arte ed il gusto in una chiave raccolta e suggestiva. Cornice di ogni performance: l’eclettica città di Berlino. Sarebbe facile definire le Articioche come il tentativo di creare il perfetto binomio tra un pasto di qualità ed una performance artistica, eppure questa descrizione non coglierebbe affatto l’essenza del progetto. Qualsiasi definizione sembra riduttiva in confronto all’esperienza unica che viene offerta da Maria ed Elena, le due fondatrici.

ARTICIOCHE_cosebelle_00

ARTICIOCHE_cosebelle_01

L’obiettivo è affrontare i temi dell’arte e del cibo unendoli in un’atmosfera intima, che ricorda un po’ una cena tra amici. Il progetto parte dal desiderio di far riaffiorare la lentezza della dimensione conviviale, regalando agli ospiti una serata in cui tutti i sensi vengono coinvolti ed intorno ad un tavolo si possono stringere nuovi legami. Non è una cena, non è uno spettacolo ma è un viaggio tra l’arte e il gusto. Il tema viene pensato di volta in volta attraverso un confronto con l’artista e la disponibilità dei prodotti stagionali. Così come il tema nasce da un dialogo, anche i piatti sono frutto della fortunata alchimia che in cucina si genera per arrivare sino agli ospiti. Gli artisti -sino ad ora provenienti dal mondo dell’illustrazione, della poesia, della pittura, della musica, del mimo- hanno provenienze differenti, sono spesso consigliati da amici e a volte hanno preso parte come commensali, prima di partecipare come professionisti, ad un evento delle Articioche. Anche questo è uno degli intenti: generare nuove relazioni, dare la possibilità di sviluppare progetti personali che con l’apporto di Elena e Maria prendono forma ogni volta in una cornice diversa.

ARTICIOCHE_cosebelle_03

ARTICIOCHE_cosebelle_02

La ricerca di nuovi artisti per le collaborazioni è sempre in atto, così come la ricerca di spazi – fino ad oggi quasi sempre abitazioni private – più adatti dei luoghi pubblici alla creazione di un’atmosfera intima ed informale. Il nome Articioche ha radici nella terra natia delle due fondatrici, la città di Venezia. Con l’arrivo della primavera il mercato di Rialto offre i suoi primi frutti: le castraure, i piccoli carciofi della laguna che ogni anno entrano nelle case dei Veneziani. Il nome ha convinto anche per il suono che in se’ mantiene il legame con l’arte ed è comprensibile in diverse lingue europee. La vocazione internazionale del progetto è un altro aspetto fondamentale: le Articioche nascono a Berlino non casualmente, Elena e Maria lo confermano. L’atmosfera viva e giovane che si respira in città nonché le opportunità che la stessa offre sono state determinanti per entrambi nel decidere di rimanere.

ARTICIOCHE_cosebelle_04

Berlino sembra essere lo scenario perfetto: gli ospiti sono sempre di nazionalità diverse mentre esigenze diverse vengono soddisfatte dal menù che comprende anche opzioni vegetariane e prive di glutine. Il prezzo della partecipazione può prevedere solo la performance ed il cibo o includere anche la selezione dei vini abbinati alle diverse portate. Nel caso vi troviate a Berlino il consiglio è quello di controllare il programma delle Articioche e testare con i vostri sensi l’effetto che fanno.

LE ARTICIOCHE
Facebook | Contatti

Photo credits: Le Articioche