Il quadrato, per me, non è mai stato solo un poligono regolare. Colpa delle origini reggiane o della proverbiale testardaggine, l’appellativo “testa quadra” mi ha sempre accompagnata, scherzosamente, da quando ho memoria. Sarà anche per questo che ho sempre avuto una predilezione particolare per questa forma geometrica, che ricorda tante cosebelle come gli zuccherini, il cioccolato, i pacchi regalo e le casette di montagna.

goodtobesquare_cosebelle_04 goodtobesquare_cosebelle_01
Impossibile, dunque, non innamorarmi di Animation Sequence Project, l’esperimento di co-creazione che fa proprio del quadrato il suo filo conduttore. Nato l’anno scorso da un’iniziativa di in60seconds, il progetto invitava artisti di tutto il mondo a creare il proprio video di dieci secondi. Tema e stile liberi, con un’unica regola da rispettare: l’animazione doveva nascere e concludersi con un quadratino di 250 pixel.

goodtobesquare_cosebelle_07 goodtobesquare_cosebelle_02 goodtobesquare_cosebelle_06

Il risultato, com’è lecito aspettarsi, è sorprendente: una vastissima raccolta di storie brevi che spaziano dal divertente all’inquietante, dal realistico al surreale, dal bianco e nero al colore, dallo stop motion al disegno a mano libera. Una vera e propria enciclopedia dell’animazione, i cui video migliori sono stati scelti per creare un’unica sequenza, presentata alla scorsa edizione del Klik Festival di Amsterdam.

goodtobesquare_cosebelle_03 goodtobesquare_cosebelle_05 goodtobesquare_cosebelle_00

A cornonare il progetto, poi, ci ha pensato l’Oro ai prestigiosi European Design Awards, arrivato lo scorso giugno. Ma se volete partecipare non è mai troppo tardi: il sito è sempre aperto per raccogliere nuove entries. Un bell’esercizio di creatività per tutti gli appassionati di video. Il mio preferito, al momento, è Cat Mayhem di Markus Magnusson: una vera chicca, imperdibile per tutti. Teste quadre comprese.