Da pochi giorni è cominciata la primavera e quale modo migliore di festeggiarla di una tiepida serata per scoprire i tesori della città? Lo scorso 22 marzo Berna ha festeggiato il Museumnacht ovvero la notte dei musei. Dalle 18:00 alle 02:00 tutti i musei rimangono aperti accompagnati da diversi concerti, spettacoli e iniziative. Si avvicina molto ad una notte bianca italiana, tranne il fatto che qui i partecipanti devono pagare un biglietto d’entrata a prezzo fisso. È anche vero che tutti i servizi offerti, come le navette che collegano i diversi musei, sono impeccabili e compresi nell’entrata.

Lanottedeimusei_Cosebelle_00

Il logo del Museumnacht 2013, ogni anno è differente

Ogni museo offre la sua programmazione speciale per la serata: perché non ballare del flamenco nel giardino botanico? O partecipare ad una caccia al tesoro nella sede del Parlamento? Oppure gustare una bella raclette in pieno stile svizzero al Kunsthalle? Comunque mi sembra già eccezionale il fatto di poter finalmente visitare tutti quei musei che, per diverse ragioni, non si ha mai il tempo di visitare.

Allora subito una visita alla casa di Einstein, poi la scalata del Zytglogge (la torre dell’orologio simbolo della città, eccezionalmente aperto al pubblico), magari una scappata al museo d’arte (Kunstmuseum) passando per la Bundeshaus. Tutto un dentro e fuori tra musei di cui non sapevo nemmeno l’esistenza, passando per piazze e strade animate da eventi tutti all’insegna dell’arte e della storia.

lanottedeimusei_Cosebelle_01

La facciata del Parlamento animata da una proiezione

Alcuni volontari del Teatro di Berna hanno partecipato attivamente all’evento previsto da uno degli hotel più lussuosi e rinomati della città: l’Hotel Bellevue. Per festeggiare i suoi 100 anni infatti, la direzione dell’hotel ha deciso di mettere in scena una cena storica di gala con dei veri e propri invitati ufficiali. Il dipartimento costumi del Teatro ha quindi vestito alcuni dei suoi artisti con costumi d’epoca ufficiali. Così tutti i conti e contesse hanno gustato un’indimenticabile cena francese di 13 portate con camerieri in livrea coordinati da un pomposo maître con tanto di introduzione ufficiale e pre degustazione per ogni pietanza.

Per aumentare la sensazione di viaggio nel passato, la direzione dell’hotel ha organizzato un circuito di macchine d’epoca messe a disposizione di chiunque fosse munito di un pass e di tanta pazienza per la fila!

Lanottedeimusei_Cosebelle_02

La sfilata delle macchine d’epoca

Ogni macchina con conducente ha un percorso preciso da compiere con i rispettivi passeggeri, che finisce vicino al museo Paul Klee. Personalmente penso che valga decisamente la pena di visitarlo non solo per la mostra personale delle opere del pittore svizzero (nato a pochi chilometri da Berna), ma anche per la costruzione architettonica in sé, opera del nostro rinomato Renzo Piano.

Lanottedeimusei_Cosebelle_04

Il museo Paul Klee illuminato di notte

Scaled Image

L’armonia delle volte del museo

Andare al museo può sembrare un’attività obsoleta, destinata ai giorni di pioggia o alla visita in città diverse dalla propria, ma per una volta, a Berna, è diventata una festa. Mi sembra bellissimo riunire così tante persone di tutte le età per una notte di pura arte. E che succede quando gli spettatori di un concerto sono delle opere d’arte?