I mercati si fanno vivere tra odori e frastuoni, mandando i sensi a spasso tra il sentore asprigno di un arancio a metà offerto ai passanti e il rumore di un coltello che si abbatte sul tagliere facendo rotolare i gambi dei carciofi.
Verdure, terra, mare, voci… se tutto questo si trasportasse su un foglio di carta, cosa sarebbe? Ecco cosa succede quando i mercati vengono disegnati!

Fermare un mercato in un disegno è complicato: il mercato è fermento, trattativa, azione, contatto. Come fare a cristallizzare in un’immagine i mercanti e i clienti, il pesce che guizza e il limone che spruzza?

Renato Guttuso ha ritratto la Vucciria, storico mercato di Palermo, affastellando uova, formaggi, conigli squartati, teste di pesce spada. Un uomo dall’aspetto modesto, una donna con un paio di zoccoli e le spalle che si intravedono: ecco il macellaio a lavoro, la signora anziana che sa senza indugi cosa acquistare e la coppia indecisa di fronte alla bancarella della frutta.

La Vucciria, storico mercato di Palermo, vista da Renato Guttuso

La Vucciria, storico mercato di Palermo, vista da Renato Guttuso

C’è Wendy Mac Naughton, illustratrice e graphic journalist che vive a San Francisco e che ha dedicato una serie di disegni al Farmers Market della sua città: di chi sono le facce della persona che ti sta vendendo i cavolfiori? Chi ha coltivato le carote? Che storia hanno queste olive? I mercati sono famiglie, che lavorano duro.

Chi va al mercato può perdersi nel mercato: sotto il cielo, fra le persone, ognuno può eseguire le funzioni per le quali è venuto godendosi comunque se stesso e la chiacchera. Facce sorridenti, di chi si parla: c’è quel pesce strano, non lo conosco, è buono? Sì signora Maria, è buono, lo fa in padella con gli agretti e lo mangia anche domani a pranzo. E così la signora Maria va via col pesce in borsa e in testa*
(*Immagine di Frédéric Benaglia)

Wendy Mac Naughton e Frédéric Benaglia

Wendy Mac Naughton e Frédéric Benaglia

Al mercato ci sono le persone più arcigne, che hanno il coraggio di essere assassini al posto tuo: decapitano, eviscerano, ti chiedono se vuoi gli organi e poi ti impacchettano tutto in maniera asettica. Puoi girarti a guardare le cozze, o puoi osservare e imparare.*
(Immagine di Rachel Sender)

La Boqueria, vista da Rachel Sender

La Boqueria, vista da Rachel Sender

Infine, anche al mercato ci sono gli aiutini da casa: in questo caso, una mappa delle stagioni al mercato disegnata da Gianluca Biscalchin.

I mercati, secondo Gianluca Biscalchin

I mercati, secondo Gianluca Biscalchin

Benvenuti nel tour dei mercati, questa è solo la prima tappa.