Un gruppo di giovani maoisti parigini fanno i maoisti parigini.

Ovvero sfoggiano tutte le loro conoscenze in materia e cercano di applicarle alla società francese. Organizzano attentati, progettano con la sola convinzione teorica. E i risultati fanno acqua.

La Chinoise è il film della rivoluzione prima della rivoluzione (è del 1967). Attraverso la stagnante dialettica dei protagonisti Jean Luc Godard è riuscito a descrivere alla perfezione  quell’insopportabile paccottiglia ideologica che ancora si trascinano certi ambienti politici. Da un punto di vista formale è  eccelso, fotografia meravigliosa, sequenze  assolutamente pop.  La casa tappezzata di libri parole e credo politici, le donne belle e affascinanti. C’est Godard.