Questa redazione di fanciulle racchiusa ormai nella definizione perfetta di “Cosebellers” (cit.) si dedica assiduamente nel quotidiano alla ricerca di contenuti con cui allietarvi, ma nel contempo si ritrova spesso a sfogarsi in determinati luoghi digitali raccontando i propri successi, come pure le proprie delusioni, in ogni campo possibile.
In realtà in questi sfoghi trovano spazio cose molto diverse tra loro: si passa dalla dichiarazione d’amore per alcune trovate di note catene di fast food alla condivisione della colonna sonora perfetta per celebrare i risultati raggiunti (se non l’avete ancora fatto, prego cliccare like qui).

foto tratta da Instagram

In questo vastissimo panorama di fatti che qui non vi raccontiamo, ci sono delle certezze.
Una su tutte, questa: su questo magazine, vogliamo l’oroscopo.
E lo vogliamo presto. SUBITO!
Vogliamo che parli di noi, vogliamo che sia in gonnella, vogliamo leggerlo e dire: “Vedi?!?!?! Lo sapevo io che questo trigono in Capricorno non mi avrebbe portato da nessuna parte. Annullo subito tutti gli impegni e me ne vado una settimana al mare e ciaotutti”.
Pensavamo di aver svoltato quando più di una tra noi ha tirato fuori il nome di Alessia De Luca. Ma, come c’è scritto sulla cover del suo nuovissimo libro, Oroscopo 2013, edito da Baldini Castoldi Dalai e che potete trovare in tutte le librerie (ma anche qui), Alessia è “l’astrologa più amata della rete”. Quindi la vogliono tutti. E allora noi proviamo a convincerla. E intanto ve la facciamo conoscere.

COSEBELLE – Ciao Alessia! Ci vuoi raccontare come è cominciata questa tua passione per gli oroscopi?

ALESSIA DE LUCA – Se non fossi stata dello Scorpione forse non ci avrei mai fatto caso. Adoro osservare gli altri, ascoltarli, fargli domande. Più che l’astrologia, erano le coincidenze. Mi ritrovavo nelle caratteristiche del mio segno e guarda caso ero sempre circondata dagli stessi segni. Ho iniziato a fare le carte per passione. Non ci credevo. Gli altri si. Era un modo per parlare con tutti e ascoltare le loro storie. Ero una piccola Posta del cuore in erba. Col tempo, è continuata verificando sempre più le concordanze con certi segni, seguendo più il sesto senso che la ragione. Ho iniziato così. E poi volevo andare oltre gli stereotipi, perché uno Scorpione è cinico, sfida le stelle e legge l’oroscopo la sera anziché la mattina.

CB Tutte le donne e tutti gli uomini di successo hanno almeno incontrato un ostacolo da superare una volta nella vita: qual è stato il tuo? Come è stato il tuo percorso fino a qui?

ADL – Grazie per l’associazione col successo, parola piuttosto latitante quasi quanto l’Amore in questi tempi digitali e surreali. Sarà ancora per colpa del mio segno, ma vivo tra più ostacoli che successi.  Il peggior ostacolo sono ovviamente io che non smetto di complicarmi la vita e cercare sempre un altrove. Ma vuoi mettere poi la soddisfazione poi di farcela?

CB – Vorremmo sapere qualcosa di più sulla tua routine stellare: per esempio, come prepari i tuoi oroscopi?

ADL – Consulto le posizioni dei pianeti (effemeridi), ascolto le storie degli altri, incrocio il sapere astrologico a una buona dose di empatia e ironia. Il mio oroscopo non ha l’ambizione di prevedere futuro, si limita a dare una versione positiva e scanzonata del presente attraverso gli astri con qualche consiglio per il futuro. Dentro ci trovi Giove, Saturno ma anche Elvis, Coco Chanel, i Simpsons, uno spunto per vederla positiva e darsi da fare a seconda del carattere di ognuno.

CB – Come è cambiato il tuo rapporto con genitori/parenti/amici? Quanto ti stressano quotidianamente da 1 a 10 per sapere ciò che li potrebbe riguardare da un punto di vista astrale?

ADL – Il rapporto con loro non è cambiato anzi, quasi per assurdo sono quelli che meno fanno domande sui segni. Forse perché standomi vicino vivono l’argomento per osmosi, un tema che ormai cannibalizza ogni ambiente in cui mi trovo. Che sia alla cassa di un negozio di scarpe o in riunione, se ci sono io si arriva sempre a parlare di astri. E’ il momento break-buonumore della giornata. Se non fosse che ogni tanto sfugge di mano. Ho assistito ad amici razionali e quadrati come i Capricorni impazzire per le stelle e convertirsi per colpa mia…me lo porterò sulla coscienza :) Incredibile invece le email che arrivano da sconosciuti sulla pagina pubblica di Facebook. C’è un mondo là fuori che ha voglia di parlare, chiedere e di un angolo che abbia ancora il sapore della posta del cuore.

CB – Qual è la cosa più assurda che ti è stata chiesta in merito ad un oroscopo?

ADL – “Non ci credo”, “Convincimi”. Oppure quella volta in cui una conoscente ha fissato il concepimento di sua figlia per farla nascere sotto un determinato segno zodiacale.

CB – Ah molto bene. Parliamo di altri tuoi illustri colleghi, come Rob Breszny, Susan Miller, Paolo Fox: chi di questi potrebbe essere il tuo mentore?

ADL – Seguo molto Paolo Fox, l’unico che ti dice di non credere ma verificare. Io mi sento più un’astrologa pop, non sono un guru sfasato che la butta in caciara come Breszny né ho la professionalità in poltrona di Fox. Mi sento più una Natalia Aspesi in salsa astrologica che ascolta molta musica anni’60 e molto post punk.

CB – Cosebelle Magazine è nato il 18 novembre 2010. Che cosa ci puoi raccontare di noi?

ADL – In parte ho già accennato al fantastico e contraddittorio segno dello Scorpione poco sopra, caratterizzato da intensità, voglia di andare oltre e scoprire sempre cosa c’è di nuovo e si nasconde dietro la superficie. E’ un segno di appassionati, da Alain Delon a Monica Vitti, da Ryan Gosling a Martin Scorsese, è destinato a lasciare un segno. E anche Cosebelle è uno spazio dove la passione l’avverti, pieno di splendidi spunti e menti interessanti.Poi questo è l’anno in cui lo Scorpione si rinnova e sbaraglia tutto, preparatevi a un 2013 pieno di cambiamenti positivi!

CB – Dicci una Cosa Bella.

ADL – Scappa dalla città e alza gli occhi al cielo.

CB – Che cosa prevedono invece per te le stelle nell’immediato futuro?

ADL – Promuovere il mio libro, trovare il tempo per tornare ai concerti, andare in Giappone, vivere Milano più intensamente come se dovessi lasciarla domani.

CB – Allora tra i concerti e il Giappone noi ti aspettiamo anche qui, l’invito è sempre valido. Grazie!